sabato 7 settembre 2013

Every man is the artifex of his destiny

Io aspettavo che la felicità mi cadesse dall'alto, come una mela matura.
Aspettavo che le persone mi invitassero ad uscire insieme.
Aspettavo che il mio capo mi desse un pregetto strepitoso a cui lavorare.
Aspettavo che qualcuno mi coinvolgesse in qualche hobby nuovo.
Aspettavo che il sindaco di Cbus venisse a casa ad illustrarmi tutti gli eventi della città.
E mentre aspettavo morivo di noia e mi lamentavo, sognando una vita diversa.
Ci ho messo un po' a capirlo, che non sarebbe andata così. 
O forse c'è qualcuno a cui va così, ma non sono io.
Così, finalmente, mi sono rimboccata le maniche.
E ho scoperto che mentre io mi crogiolavo nella lagna, Columbus era tutto un fiorire di eventi, concerti e iniziative, altro che la città dove non c'è mai nulla! E adesso che seguo tutti i siti e i librettini sugli eventi, non riusciamo a stare dietro a tutte le cose che ci sarebbero da fare nei week end.
Ho scoperto che il fatto che il nostro lab si basi sul principio "ti butto nel mare della ricerca senza salvagente e non mi interesso a quello che fai, o impari a nuotare o affondi" è una risorsa mica da poco, perchè ti lascia una libertà inimmaginabile da altre parti. E quindi dopo essere rimasta paralizzata e raggelata per mesi, sto tentando di sbattere le gambe e dare qualche bracciata da sola. Mi sono inventata un progetto e me lo sto curando come una piantina sperando che dia buoni frutti.
Ho scoperto che invece che lamentarmi perchè mi mancavano le amiche con cui uscivo per aperitivi e cene, potevo occupare tutto questo nuovo tempo libero per riprendere in mano quelle cose che avevo trascurato negli ultimi anni, troppo impegnata con altro. E a fine mese inizio un vero corso di pittura, da sola, nonostante la mia inettitudine e gli ostacoli linguistici. :-)
Ho scoperto che le persone a volte stavano solo aspettando di essere invitate, come me, e che potevo avere una parte attiva in tutto questo invece che attendere a casa che qualcuno mi dica "andiamo qui?". E al tempo stesso mi sono resa conto che fare le cose solo con il Tecnico non è niente male, anzi (lo so che era scontato, ma in certe cose sono un po' lenta...).
Qui la serenità bisogna andarsela a prendere...o almeno provarci!

38 commenti:

  1. Amen!!
    Mi fa bene leggerti oggi!
    Oggi qui gira no. Quando pensavo di stare risalendo mi precipita la mezza mela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno ci alterniamo, così leggendoci a vicenda mangari ci tiriamo su di morale! Io spero che duri questo mio ottimismo, qui se ci si distrae un attimo precipitano mele marce, altro che!

      Elimina
  2. questo e' proprio lo spirito giusto, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci provo, qui bisogna arrangiarsi come si può!

      Elimina
  3. Bravissima! Soprattutto sull'inventarti un progetto tutto tuo, che non e' per niente da poco! Dai dai che se continui cosi, poi ti affidano anche i research slaves (ehmm i research assistant ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahhaha, il progetto l'ho pensato...ma magari è una putt**ata colossale! :-) Ho già un paio di schiav..ehm...studenti!!!

      Elimina
  4. Brava, questo è l'atteggiamento giusto, se si resta immobili non si arriva da nessuna parte! (dirlo a te è l'occasione per ricordarlo a me stessa...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, cercherò di tenerlo a mente anche in futuro, perchè lo so che la mia pigrizia tenterà di catturarmi ancora!!

      Elimina
  5. Questo è lo spirito giusto! A volte non è sempre facile, ma è attuabile!!! Grazie per averlo messo per iscritto, così vedrò di rileggerlo tutte le volte che me ne dimentico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti me lo sono scritto apposta così posso rileggerlo quando mi siederò di nuovo in attesa delle mele caduche! :-D

      Elimina
  6. Un momento di stasi ci sta nel passaggio da un universo a un altro... poi si comincia a cogliere le possibilità che offre il secondo universo, ed è fatta! Avanti tutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è vero, ci vuole un po' di tempo per smetterla di rimpiangere quello che non si ha più e al tempo stesso imparare a cogliere quello che di positivo ci sta dando questa esperienza. Per alcuni è più facile, io sono un po' lenta in queste cose..

      Elimina
  7. Confermo, bravissima! E rileggiti questo post nei momenti di sconforto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho scritto apposta, mi conosco e so che la lagna ritornerà! :-)

      Elimina
  8. Brava Baby....io l'ho imparato presto complice la trasferta a Milano..
    Ma ogni tanto me lo devo ricordare. E a Kuwait ne ho fatto il mio credo.
    E come dice ma mia canzone preferita "get lucky"
    e il mio detto preferito inglese è push you lucky!
    Insomma più chiaro di così.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Push you lucky è chiarissimo!! Eh sì, bisogna lavorare sulla felicità ogni giorno!

      Elimina
  9. m'è piaciuto sto post! in effetti quando si arriva in un posto nuovo è faticoso ricominciare tutto da capo, ma pure entusiasmante alla fine. ci vuole un po' di sforzo, ma si fa! io comincio ad andare in piscina tra un po'!
    daje tutta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daje con la piscina, io sono troppo pigra e ho escluso a priori le attività che contemplassero fatica fisica! muaahahahaha
      Sì, è vero, cominciare da capo è dura ma ti permette anche di uscire da certi meccanismi stantii e magari trovare di meglio!

      Elimina
  10. Ti dico solo che ai corsi di scrittura, o anche in palestra, dove sono sempre andata da sola, ho conosciuto un sacco di gente, persone diventate amiche, ai tempi in cui ero single, sola e piuttosto disperata. Secondo mei i corsi sono una gran cosa: fai qualcosa che ti piace e se ti va socializzi, se non ti va, torni a casa a dipingere. What else?? bacibacibaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!! Ho cercato di spiegarlo ad un'amica di qui, single, sola, abbastanza disperata e che non sa come uscire dal solito giro di amici noti. I corsi sono perfetti, se vuoi puoi socializzare, se non ti va o non ti piacciono le persone, stai cmq facendo una cosa che ti piace..meglio di così?!

      Elimina
  11. Si decisamente si!! Manteniamo alta questa positività!! Brava

    RispondiElimina
  12. Risposte
    1. Dai ogni tanto riesco ad esserlo pure io! :-)

      Elimina
  13. E' ora che anche io tragga qualche insegnamento da questo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non troppo, altrimenti con chi la condivido poi la mia ansia? .-)

      Elimina
  14. dai, dopo un po' di post meno sereni sono stata contenta di leggere questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti dopo questo eccesso di ottimismo mi è venuto un attacco di panico :-)

      Elimina
  15. Io continuo a ripetermelo ogni santa mattina che devo essere positivo e propositivo, nonostante la mia età. C'è della pigrizia dentro di me che devo combattere e che combatto da anni che mi spingerebbe a starmene in attesa di eventi.
    Non mollare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io combatto da sempre con la mia pigrizia e la tentazione di starmene ferma a lagnarmi...e non è una lotta che ho vinto in modo definitivo, ma cerco di non mollare la presa!!!

      Elimina
  16. Risposte
    1. E chi se lo dimentica dopo 5 anni di liceo??!

      Elimina
  17. Quante verità!!!vorrei condividere questa frase, che mia cognata ha trovato attaccato alla porta di una casa in Sardegna:
    " La sorte è ciò che la vita ti da. Il destino è ciò che ne fai. Se sei alto 1.60 non diventerai mai 1.90.Se hai difficoltà a riavvitare il tappo sul tubetto del dentifricio non sei fatto per l'ingegneria meccanica. Questa è la sorte. Ma il modo in cui una persona accetta le cose che non può cambiare e si getta con trasporto su quelle che può cambiare, questo è destino. Quasi tutti ci dimentichiamo troppo spesso che abbiamo un incredibile dominio sul nostro destino".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima questa frase, davvero! Lasciarsi andare a recriminazione sulla sorte non porta da nessuna parte, bisogna capire i nostri punti di forza e usarli al meglio!

      Elimina