sabato 12 ottobre 2013

Fermate il mondo voglio scendere!!!

Il Tecnico è arrivato qui a metà settembre 2012, mentre io l'ho raggiunto dopo poco più di un mese. A maggio 2012 , prima di ripartire per l'Italia, avevamo preso accordi per avere un appartamento in un complesso qui vicino a partire da settembre, ma circa a metà agosto erano sorti degli ostacoli legati al nostro SSN (che essendo Italiani non avevamo!!) e in fretta e furia avevamo dovuto cercare un'alternativa. Dall'Italia non eravamo riusciti a fare niente, poi appena arrivato qui il Tecnico aveva trovato casa in questo complesso, praticamente la prima occasione decente trovata. E via Skype avevamo deciso i mobili da ordinare e la sistemazione delle stanze.
Poi sono arrivata qui e da brava moglie rompicoglioni assennata avevo decretato che la casetta era carina, ma c'erano alcuni ostacoli insormontabili: la moquette nella sala da pranzo, la lavatrice/asciugatrice in comune e la cucina davvero troppo piccola.
Così ho iniziato un lento ma costante lavoro di logoramento dei suoi nervi (avete presente "La goccia scava la roccia"?? ecco, quello!!), finchè a giugno, esasperato, mi ha detto: il contratto scade ad agosto, diciamo che non lo rinnoviamo e andiamo avanti mese per mese (50 dollari in più per ogni affitto) finchè non trovi una casa che ti soddisfa. Io sono partita piena di entusiasmo guardando diversi siti di annunci, mandando mail e organizzando visite ad alcune case. Poi ho avuto il mio crollo nervoso e il pensiero di cambiare casa mi generava ulteriore ansia (modalità "chi lascia la strada vecchia per la nuova sa quel che lascia non sa quel che trova), per cui avrei lasciato perdere tutto e mi sarei seppellita nel tugurio ricoperto di moquette...ma non si poteva, ormai la macchina era avviata e quindi ho dovuto continuare.
Tutto questo per dire che il 10 novembre traslochiamo e sono fottutamente agitata al solo pensiero!!! E pensare che abbiamo trovato una sistemazione davvero carina, in un complesso di casette vicino ad un parco sul fiume, con gli attacchi per lavatrice e asciugatrice, il parquet dove sta il tavolo da pranzo, un bel basement grande e asciutto, piscina e palestra a disposizione e a sole 6 miglia da qui....
Ciononostante, presa dalla frenesia della paranoia ho già verificato compulsivamente sulle mappe:
- quanto ci mettiamo ad andare al lavoro
- quanto è lontano l'ospedale
- quanto dista il più vicino urgent care
- quanto tempo ci vuole per raggiungere gli amici più cari
- dove si trova la chiesa (per l'estrema unzione?)
.....
E il Tecnico?
Lui da quando ha scoperto che Valvoline (il suo posto preferito per la manutenzione dell'automoblile, tipo cambio olio, rotazione gomme, ecc.) e il Cheeseburger Paradise sono a poche centinaia di metri, non desidera altro!

28 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, sì, speriamo mi faccia bene!!

      Elimina
  2. Dai non e' roba frenetica, sono cose che vanno controllate quando si cambia casa, tutto normale!! :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Ti fai problemi che non ci sono!

      Elimina
    2. Quello che mi frega è sempre il confronto con il Tecnico, la sua totale noncuranza fa sì che al confronto io sembri sempre una pazza isterica!!

      Elimina
    3. Magari non lo da' a vedere ed ha gia' fatto tutto, crisi incluse, svariati mesi fa alle 2 di notte di fronte al pc :-P

      Elimina
  3. ma che bello :-D
    buon trasloco! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Per fortuna abbiamo pochissime cose ancora, quindi dovrebbe essere abbastanza easy!

      Elimina
  4. Evvai col trasloco! La casa dove andrete sarà sicuramente una figata.
    Anch'io ce l'ho un trasloco nell'aria...e sarebbe il no.11 per me.
    Forza e coraggio e vai di scatoloni (tra un po')!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il numero 11???????? Credo che ne morire!! :-) Hai tutta la mia stima incondizionata!!

      Elimina
  5. Sembra essere davvero una buona occasione ;-) goditela serenamente e vedrai come starete bene dopo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono sicura che una volta sistemati dentro sarò contenta e basta!

      Elimina
  6. Oh ma certo che se hai un trasloco da fare, ci credo che i nervi ne risentono...forza forza, vedrai che uno scatolone alla volta si fa tutto (poi per riaprire gli scatoloni hai tuuuuttto il tempo del mondo - noi ci abbiamo messo un anno a finire di mettere a posto tutto, easy peasy ;-))
    Comunque mi sembra che tu abbia fatto un'ottima scelta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche Lucy ha cercato di farmi capire che se mi agito per un trasloco non è colpa della mia ansia, è normale! E poi cmq abbiamo davvero due mobili in croce!

      Elimina
  7. Mi sembra una bellissima occasione! Ne sono felice per te! Non è facile trovare una casa in USA con cucina, non moquette e, perfino!, la possibilità di avere le lavatrice personale!!!!!
    Mila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto quanti vantaggi nella casa nuova?? Assolutamente irrinunciabile!!!

      Elimina
  8. Fantastico! Fatevi in cheeseburger anche per me.. gnammete!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che dopo 2 giorni dal trasloco il Tecnico avrà già la tessera fedeltà del cheeseburger paradise!!

      Elimina
  9. Scrivendo tu in italiano, per lettori presumibilmente di lignua italiana, mi salta all'occhio la distanza espressa in miglia e non in chilometri.

    Un trasloco è una cosa impegnativa, raccogli tutte le energie e canalizzale.

    A vedere come sta mia moglie in questo periodo non sarebbe in grado di preparare una trolley per un fine settimana fuori casa (che peraltro, per come si sente, non vuole assolutamente fare). In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente le miglia sono praticamente l'unica unità di misura che ho fatto mia, perchè google me lo dà così credo.
      Tua moglie è all'inizio della risalita, presto potrà programmare traslochi anche lei! :-)

      Elimina
    2. Con i traslochi abbiamo già dato, ne abbiamo fatto uno dieci anni fa e ci basta anche per i prossimi dieci di anni. spero in un viaggio più che in un trasloco.
      Quaggiù è ancora estate e fino a fine mese si prospetta sole e temperature molto gradevoli.

      Elimina
  10. Gli uomini sono più pratici, si fanno meno paranoie.
    Ti dico solo che mio marito ha scelto la casa dove vivo ora, quando ho visto dove saremmo andati ad abitare ho pianto un casino. Ora qui mi piace, mi sono ambientata, ma siamo in culo ai lupi e questa cosa nn mi va giù. sarebbe inutile stracciargli i maroni, lui è più resistente di me....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hanno tutto un'altro impianto mentale! Il Tecnico mi ha detto "beh, che te frega, buttiamoci, se poi non ci piace cambiamo ancora no?"...

      Elimina
  11. Faccio il tifo per questo nuovo inizio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, il vostro tifo mi è sempre di tantissimo aiuto e supporto!!

      Elimina
  12. Facendo il paragone, per come hai descritto entrambi le case, non potrai essere solo che felice a trasloco terminato, l' ansia è più che normale e poi è impossibile viverla come la vive il Tecnico loro vivono in un mondo lontano anni luce dal nostro.
    Tienici aggiornate.
    Sara

    RispondiElimina
  13. ll trasloco è considerato uno degli eventi a più alto tasso di stress, per cui sì, l'agitazione è comprensibile. Comunque se poi quella casa non ti piace la prendo io ;-)

    RispondiElimina
  14. Uhhh che bello! Buon trasloco!
    Ps il mio blog reader non mi aggiorna più sui nuovi post degli altri blog...arrivo sempre in ritardo arrg!

    RispondiElimina