venerdì 22 novembre 2013

Sassolini...2

L'ho già detto diverse volte, qui e qui e in un altro post che non trovo più.Ma adesso che è passato più di un anno, il fatto che la situazione sia esattamente la stessa o quasi mi pesa tantissimo.
Mi sento molto sola qui, è un dato di fatto. A parte la famiglia, ovviamente, mi mancano moltissimo gli amici e soprattutto mi manca l'ora d'aria che potevo avere ogni tanto con le mie amiche. 
Non ho problemi con mio marito, ci sono stati momenti in cui le cose tra noi erano più complicate e magari stare insieme era difficile, ma non è uno di questi. Sto bene con lui, mi piace passare il tempo con lui, ci divertiamo ecc...ma non sono mai riuscita ad esaurire tutta me stessa solo nella coppia e non ci riesco neanche adesso, sento che mi manca qualcosa (e no, non intendo un amante! :-D). E anche il Tecnico, noto come l'Orso per la sua socialità poco sviluppata, comincia a sentirne la mancanza!!
Io la trovo una cosa del tutto normale, non credo che ci sia qualcosa di sbagliato o mancante nella nostra coppia se lui non può sostituire le mie amiche o io non posso supplire alla mancanza dei suoi amici!! Fare shopping con lui non può essere divertente come farlo con una donna e io non posso essere una degna compagna nella serata panino birra e rutto libero!! Poi alla fine ci si adatta e si va a fare spese insieme e si guarda il motogp insieme, ma è diverso, è innegabile.
Noi poi facciamo lo stesso lavoro e inevitabilmente parliamo in continuazione del lab, di cosa è successo, delle frustrazioni. Parliamo anche di cazzate eh, ma è come se la mente non si liberasse mai completamente.
Onestamente non so davvero come risolvere questa situazione, purtroppo gli amici non si possono comprare da Walmart approfittando degli sconti stracciati del Black Friday!
E non penso che abbiamo qualcosa da rimproverarci, abbiamo fatto dei tentativi ma non hanno portato a molto....
In lab con il Tecnico ci sono solo cinesi e un algerino che conduce una vita molto solitaria, oltre che molto attento alle spese. Il suo capo è molto gentile e disponibile e qualche volta siamo stati a cena da loro, ma hanno due figli e le solite mille attività dei bambini americani.
In lab da me sono tutti italiani praticamente, divisi in piccoli gruppetti esclusivi (portiamo sempre il meglio...) più in grosso nucleo da cui ci siamo allontanati per varie ragioni, di cui non mi pento assolutamente. Con un paio di ragazze mi trovo molto bene, si chiacchera e si pranza insieme. Ma poi ognuna va a casa propria e ci si saluta il venerdì sera per rivedersi il lunedì. Una di queste c'ha 3 figli, quindi va da sè che preferisca frequentare famiglie con bambini in modo che anche i figli possano divertirsi. Nessuno le può fare una colpa di questo. Con l'altra non so che dire, lei e il marito sembrano sempre felici di stare con noi, accettano quasiogni proposta di uscita insieme....ma è rarissimo che l'invito parta da loro per cui uno resta sempre con dubbio sul fatto che stiano davvero bene con noi. E, come ho già detto, a me piacerebbe anche che magari uscissimo io e lei una sera a fare due chiacchere o i mariti da soli...invece lei preferisce stare da sola anche quando lui è via per lavoro....mmmh, forse la conclusione è abbastanza chiara eh? :-D
Abbiamo avuto a cena diverse altre persone. Sono tutti felicissimi di venire, restano anche fino alle due di notte quindi suppongo che la nostra compagnia sia piacevole per loro...ma poi ognuno a casa sua finchè non li invitiamo di nuovo...che poi, a noi piace cucinare, però per una volta non avere il pensiero di casa da pulire e cena da preparare per gli ospiti mi piacerebbe pure eh!!
La soluzione ideale sarebbe conoscere altre persone, meglio se al di fuori dell'ambiente lavorativo, ma per esperienza vi dico che non è per niente facile, nello sperduto Ohio!! Magari se avessimo figli ci sarebbero i compagni di scuola e i loro genitori, le attività extra-scolatiche e i gruppi di incontro...ma non è così e non sappiamo che fare diversamente!
Andare in palestra non se ne parla, lavoriamo 10 ore al giono e comunque adesso abbiamo quella piccola del complesso residenziale e non andrei a pagare un abbonamento...ma non fai amicizie alle 9 di sera sul tapis roulant, a parte con i maniaci sessuali o sportivi.
Ho fatto il corso di pittura non solo per passione, ma anche perchè speravo magari di conoscere qualcuno...il corso è stato bellissimo, però l'età media dei partecipanti era 85 anni tenendo conto dei miei 34...e le stesse vegliarde sono quelle che popolano le sedute di pittura in giro per la città. Per carità, sono state gentilissime con me e molto accoglienti, ma di certo non me le posso portare in Park St a bere un Mojito!
Lo so che nessuno ha una soluzione per questo, ma mi volevo sfogare in una sera in cui avrei pagato per essere a casa mia a prendere un aperitivo con le mie amiche di sempre e ridere di noi!

34 commenti:

  1. Oh come mi dispiace.
    Se ti consola io nn abito in Ohio, ma le amiche le vedo quando sono al lavoro, passano a trovarmi lì, io abito troppo lontano da loro....
    Quando sono a casa ho Miciomao, quindi non esco.
    Il ns lavoro ci occupa sempre sabati e domeniche, quindi non vediamo più nessuno...
    Che tristezza però...
    L'unico momento di svago e quando vado a prendere Miciomao a scuola e mi fermo qualche minuto a parlare con le mamme dei compagni. C'è stato qualche pomeriggio in compagnia, ma si possono contare su una mano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino che quello che stiamo vivendo noi sia abbastanza comune per chiunque si sia allontanato dalle amicizie abituali, sia di molte miglia che di pochi km. E certi lavori non aiutano certo la socialità...almeno ci facciamo coraggio con i blog! :-)

      Elimina
  2. Mi dispiace molto, perchè vivi un cambiamento (ancora in atto) che ti costa moltissimo in termini affettivi. Ma purtroppo per te, mi associo alle parole di Moky. Io facevo il suo stesso lavoro...orario pieno, tempo per me e per gli altri zero, tagliata fuori da tutti gli eventi, nell'ora mia di libertà tutti gli altri presi da varie cose, e gli amici passavano a salutarmi sul posto di lavoro, frantumandomi con il fatto che non mi facevo mai vedere (???????). Poi la mia situazione (ahimè) è tragicamente cambiata, ma sono comunque rimasta isolata. Le amicizie hanno preso direzioni opposte, e ci si continua a vedere sempre e comunque meno, come prima. Con tutto stò papiro voglio dire: stai con il Tecnico, in un mondo nuovo e tutto da scoprire, le amicizie sono lontane è vero, ma di conoscenze si fanno ovunque, (vedi altre expact) il problema è che forse devi rivedere il senso che tu dai al termine di "amicizia"....Negli USA è diverso, e magari dovresti pensare più a delle conoscenze che a delle amicizie vere e proprie come eri abituata a definirle quì in Italia. Lo so, ti manca tutto della tua terra, ma pensa che ci sono anche tanti italiani stranieri in Patria. Il Mondo, gira gira è simile ovunque, siamo noi a fare la differenza. Ti auguro di scoprire la bellezza che ti circonda, magari abbandonandoti un pochino di più al momento che stai vivendo .....Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So benissimo che hai perfettamente ragione ed è quello che cerco di ripetermi ogni giorni...alcune volte ci riesco, ma ci sono altre volte in cui la coscienza della fortuna che ho di avere accanto un compagno che mi ama e mi sostiene non è sufficiente a supplire alle mancanze che sento. Forse devo ancora crescere in questo senso e dimenticare la speranza di trovare nuove amiche come quelle di una vita, accontentandomi delle conoscenze che la vita mi offre. Grazie come sempre delle tue parole sincere!

      Elimina
  3. Un book group? A noi aveva allargato l'orizzonte sociale, ed e' stato molto carino poter conoscere gente abbastanza simile a noi. Da voi c'e' Meet Up o simili? Fanno gruppi a tema e si socializza bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo mai sentito parlare di Meet Up, adesso ci guardo....anche se quando l'ho proposto al Tecnico mi ha guardato come se gli avessi chiesto di fare scambio di coppia!! :-D

      Elimina
  4. io avevo partecipato a qualche meetup e ho conosciuto un paio di persone li, poi da quando e' arrivato D e' cambiato un po' tutto e ho trascurato diverse persone, ma ho fatto amicizia con altre con bimbi (e' inevitabile)
    in generale pero' non sono molto socievole e nemmeno in italia facevo tutte ste uscite, eh :-)

    chi cerca, trova :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu mi parli di Meet Up, bisogna che mi informi!! Beh, mica tutti siamo uguali nella socialità, anche il Tecnico cmq sente molto molto meno di me la solitudine perchè era abituato ad uscite molte più rare!

      Elimina
  5. Stessa identica situazione quando son arrivata con p al paesello francosvizzero, soli tranne quando venivano amici a trovarci dall estero o viceversa, ho preparato decine e decine di cene dove tutti han magnato e bevuto fino alle ore beate ma solo gli ultimi sei mesi di 5 anni ho trovato un amica italiana sposata a in francese che stava a 40 mon di auto e poi son venuti a viver li due nostri amici di molti anni prima. Qua a varsavia tra amici vecchi di p ereditati e italiane expat che mi contattano via via per il blog (ho scoperto che sono almeno 300 le italiane secondo l ambasciata qui a varsavia ma solo io scrivo )..inutile, la citta grande da statisricamente piu possibilita di incontri di quella picola dove tutti van in giro in auto come dov ero prima..tieni duro e ara google e I siti di expat lasciando annunci qua e la, magari una qualche expat in ohio nn lontana a trovi..
    Btw io che ho due figlie adoro vedermi con gente non figliata all inizio ero sempre un po timorosa ad invitarli cje nn volevo si spaccassero I maroni dei casini delle ice..invece poi ho preso a fregarmene e a invitarli dipiu..alla fine posson sempre dir di no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non ho problemi ad uscire con gente con figli o ad invitarli, ho solo paura che siano loro a sentirsi in imbarazzo o che i bimbi si annoino, ma come dici tu è vero che tentar non nuoce e magari scopro che era tutta una mia paranoia.
      Cmq immagino che quello che sto vivendo sia abbastanza comune a tutti gli expat o quasi...ma è rassicurante per me sapere che si sopravvive! :-)

      Elimina
  6. come ti capisco! io vivo la tua stessa situazione ma quest'anno ho deciso di cambiare le cose, mi sono iscritta a dei siti di scambio linguistico e avere il cane aiuta molto a socializzare (vado ad incontri per cani etc)…certo non sono le amicizie che vorrei (tieni conto che mi sono fatta una cerchia di persone di più di 60anni e io ne ho 29!) però sono persone interessanti, ampliano i miei orizzonti e mi fanno trascorrere ore serene. Le amiche quelle a cui raccontare tutto davanti un'aperitivo mi mancano moltissimo ma per fortuna c'è whatsapp e skype…per lo shopping…farlo col marito non è la stessa cosa ma basta istruirlo bene :) Però ecco capisco benissimo la sensazione e certe volte è davvero difficile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, magari "un aperitivo"senza apostrofo :)

      Elimina
    2. Sono subito andata a vedere quella cosa dello scambio linguistico ma qui a Cbus c'era solo un ragazzo di 24 anni che voleva imparare l'italiano...
      Io cmq mi sono trovata benissimo con le vegliarde del corso di pittura e ci andrò di nuovo appena ricomincerà la nuova sessione invernale, mi è servito tanto per parlare e ascoltare la lingua!

      Elimina
  7. Peccato leggere di questo periodo cosi'. Poi immagino che freddo e magari prime nevicate di questi giorni rendano il tutto anche un po' peggio. Dove siete di preciso in OH, a Columbus, a Cleveland? Se potete ogni tanto frequentare zone con universita' ci sono tante attivita', da spettacoli a sport a gruppi vari. Ne avete a distanza accettabile?
    Avvia un gruppo di conversazione italiano, io l'ho fatto in una cittadina molto piccola in MIchigan ed ora siamo un bel gruppetto, ci si trova ogni 2 settimane almeno per una chiacchierata dopo lavoro. qualcuno e' italiano, qualcuno e' americano che viene per imparare lingua, ma ci si diverte (e ci si sorprende di quanti italiani ci siano).
    Ho notato anche io fenomeno di gente che invitata a cena si lecca i baffi ed e' contentissima ma poi non ricambia invito. Chi lo sa, probabilmente fa meno arte di altre culture il cucinare ed invitare gente a casa.
    ciao,

    ed

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Noi siamo a Columbus, forse hai ragione e non abbiamo fatto abbastanza per cercare qualcosa nei dintorni, molto spesso il fatto di lavorare tutte queste ore ed essere cmq in due ci ha un po' rallentato nelle interazioni sociali! Ho visto che ci sono diversi gruppi di conversazione italiani, non lo sapevo!!
      Grazie! :-)

      Elimina
  8. Fregatene che le persone non ricambino gli inviti! Se hai voglia di invitarli ed energie  per riceverli (leggi lavare i piatti dopo) fallo e basta! È quel che ci succedeva in us anche a noi!  E un pochino con la cerchia spagnola anche qui, ma in scala mooolto minore. Come raccontavo da me, a noi succede perché siamo estremamente alla mano e queste persone si sentono a loro agio con noi. Poi se devono organizzare loro magari si sentono in dovere di far chissà che e gli fa fatica. Pazienza, alla fine è fisiologico che ci  si trovi dove si sta più a proprio agio. A meno che loro non ti sembrino accettare per cortesia e scappare appena possono -ma non mi paee proprio il caso- tu prendilo come un complimento! E "prenditi"quello che ti far stare bene. Il mio problema al momento è chr energie non ne ho, nè per invitare né per accettare un invito. Mi chiuderei volentieri in casa. E forse non starei neppure troppo male. Forse, non so.
    Riguardo alle 80enni ti dirò che sto flirtando con una aitantissima nonnina del corso di teatro, che mi sta super simpatica e vive anche lei a Sans âme. Perché mi son detta, in fondo a me manca chiunque: le amiche coetanee, i nipoti, i nonni...

    E da ultimo ti dico che se le energie le hai fa'le cose pure in solitaria che a volte è pure meglio.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti un po' penso che sia anche quella la motivazione, non tutti sono abituati e si sentono a loro agio nell'invitare gente a cena! Noi lo abbiamo sempre fatto in Italia e quindi abbiamo perso la paura e la vergogna (più o meno)...inoltre siamo persone super alla mano che se anche ci dai da mangiare nei piatti di carta seduti per terra non ci frega, ma le persone conosciute da poco forse non lo hanno ancora capito bene!
      Le nonnine del corso di pittura mi sono piaciute tanto e ho la malinconia al pensiero di non rivederle più per un po'...hai ragione tu, ci mancano tutti alla fine, anche i nonni!
      Per le cose in solitaria son d'accordo con te, per questo mi sono buttata al corso di pittura da sola!

      Elimina
  9. ti capisco benissimo per esserci passata quando vivevo a Berlino. Pensa che per la disperazione avevo inizato a socializzare anche alla fermata dell'autobus, a -10°C. Però ne è venuta fuori una splendida amicizia! Una donna che lavora nell'ambiente teatrale, che mi ha fatto scoprire un teatro alternativo a berlino con tanto di sottotitoli in inglese :)
    La stessa persona che mi ha raccolta col cucchiaino e mi ha portato all'aeroporto quando ho scelto di rientrare in italia.
    Quello che voglio dirti è che devi tentare ancora, perché, per esperienza, credo sia sbagliatissimo restare chiusi nella coppia. Credo che sia stato uno dei motivi del mio fallimento. Non avendo valvole di sfogo ci si vive addosso e come dici tu non si stacca mai del tutto.
    Facevo anche scambio linguistico con una collega al lavoro. Non affidarti solo ai siti web, metti un annuncio in bacheca all'uni ma anche in quei posti dove fanno corsi di lingua (io li avevo trovati alla ESL)
    Un abbraccio forte... vedrai che è solo una fase!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono totalmente d'accordo con te, quando si è lontani e soli la tentazione di richiudersi nella coppia è tanta, ma credo che portare nuova linfa da fuori sia molto importante, per rendere anche le conversazioni insieme più ricche e più stimolanti. Lo scambio linguistico è più duro perchè non trovo persone che vogliano imparare l'Italiano, ma persevero! Grazie!!

      Elimina
    2. potresti anche provare con scambi culinari ;)

      Elimina
  10. Ohio State Univ a Columbus ha dipartimento di Italiano e Francese. Io cercherei qualche contatto li'. sembra abbiano anche phd in italiano, non dovrebbe essere troppo difficile trovare gente interessata a conversazione e magari far nascere buone amicizie. Buona fortuna
    Ed

    RispondiElimina
  11. Stessa situazione quando siamo arrivati a Buffalo. Ora va un po' meglio: tra vicini di casa e qualche mamma incontrata a Gymboree, ho qualche momento di svago, ma ancora nulla che si avvicini alla rilassatezza di uscire con Amici veri e propri. Mi manca molto la rilassatezza di certi rapporti, ma ci vuole tempo (e culo!).
    Arrivera' tutto col tempo...io ci spero ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora continuo a sperarci pure ioi!! :-)

      Elimina
  12. Uff, quanto era piu' facile da bambini... :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, davvero, quanto ci mettevi pochi giorni a farti nuovi amici e partivi di slancio nell'andare dal nuovo bambino senza i condizionamenti della vergogna!!

      Elimina
  13. ti dico solo che questo post potrei averlo scritto io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mal comune non fa mezzo gaudio ma fa sentire più normali! :-)

      Elimina
  14. io ci verrei subito a bere una birra con te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè non abitiamo più vicine, perchè??????? :-D

      Elimina
  15. Ciao, che cara che sei.
    io a volte mi sento sola e un po' persa e sono solo a circa 150 km dalla mia famiglia. ma ti capisco, è l'atmosfera, la mancanza di un caffè con la tua amica, il non vedere il tuo amico barista di sempre o non entrare nel tuo negozio preferito di pasticcini, e altro ancora. un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, quando penso "eh, se almeno fossi in Europa invece che qui..." poi mi rendo subito conto che sarebbe lo stesso, voglio dire che magari potrei tornare più spesso ma il caffè con le amiche mi mancherebbe uguale!!

      Elimina
  16. Sono nella stessa condizione, come è difficile volte!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me tantissimo!!! Chissà se prima o poi mi abituerò...

      Elimina