giovedì 5 dicembre 2013

Il diritto ai pensieri negativi (occasionali)

Io lo so che non i miei precedenti di ansia e varie sono sempre tutti con le antenne alzate e pronte a captare i miei stati d'animo prima che sia troppo tardi. E li capisco eh, ci mancherebbe. Però, insomma, io sono un po' stufa di essere sempre sotto una lente di ingrandimento, con la gente che osserva preoccupata ogni mia espressione!
 
Tecnico: cosa c'è? cos'hai? sei strana, hai lo sguardo fisso nel vuoto da 10 minuti, tu stai male vero? dimmelo
Era vero, ero completamente assente dalla conversazione, stavo compilando una lista mentale dei regali di Natale che dovevo prendere....
 
Collega di lavoro: sei tutta rossa, accaldata e sconvolta, hai il panico? posso fare qualcosa? hai i fiori di Bach da prendere?
Avevo appena fatto una corsa furiosa contro il tempo per preparare 300 campioni prima della chiusura della facility che li doveva analizzare....
 
Amica: oggi sei strana, non sembri tu, parli poco e hai un sorriso tirato, stai 
male? E' successo qualcosa?
Era la decimillesima volta che mi raccontava dell'ex fidanzato stronzo e mi sono distratta a pensare alla spesa della settimana...

Mamma: cos'hai oggi? mi rispondi a monosillabi? dimmelo, dimmelo, tu stai male, lo so, me lo sento!
Mi ero appena accorta di aver messo il gomito sulla tastiera del pc e al posto dello user name c'erano 1000000 punti di domanda digitati per sbaglio, ci ho messo 10 minuti ad eliminarli tutti mentre ero su skype con lei...

A parte questi episodi, in cui stavo pensando o facendo altro, a volte credo di avere tutte le ragioni di essere triste o incazzata, ma lo devo nascondere per evitare di scatenare una task force di telefonate e scambio di opinioni e muti sguardi su di me!
Certo, se i giorni tristi diventano la norma, se non riesco a distogliere la mente da un pensiero negativo, se ho solo visioni catastrofiche, fermatemi, aiutatemi, parlatemi. Ma se  per due giorni sono triste perchè papà non sta bene, se non dormo una notte al pensiero che da dicembre iniziamo a pagare le tasse ed entrano molti meno soldi o se vado al lavoro malvolentieri perchè mi fanno mobbing, me volete smollà?? :-D

20 commenti:

  1. tre buoni, anzi cattivi, motivi per essere di malumore....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonissimi (o cattivissimi) secondo me, lasciatemi almeno 24 ore di tristezza!

      Elimina
  2. Mi dispiace saperti triste! Però hai ragione! Speriamo passi presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, passa, alcuni sono già passati...però me li vorrei vivere normalmente come tutti ecco!

      Elimina
  3. E' successo anche a me che, dopo gravi problemi di salute, tutti mi ossessionassero continuando a chiedermi come stavo. Lo facevano per premura ma io non ne potevo più di essere il caso pietoso...Non so, forse bisogna comunicarlo che la cosa crea disagio...Per me la cosa è finita dopo mooolto tempo per sopraggiunta dimenticanza da parte dei beneintenzionati
    Mila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, grazie a Dio poi sopraggiunge la dimenticanza! :-)

      Elimina
  4. adesso ho capito perche' sei di malumore. perche' a te non ti ha chiesto di farlo amico e a noi si. che brutta cosa l invidia
    ahahhahahahahaahahha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai scoperto!! Davvero non capisco, cosa avete voi che io non ho????

      Elimina
  5. Si dov'è la nostra baby? Lei lavora sul serio qs e' il motivo. Comunque hai tutte le ragioni, e lasciatelo dire come dice lucy sei davvero una persona divertente!!!! Comunque se entri nel ns gruppo ti renderai conto che le pazze con problemi sono altre e nessuno si preoccuperà di un tuo smarrimento perché non si capisce nulla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul fatto che lavoro sul serio avrei qualcosa da dire, soprattutto ieri che sono stata un po' distratta tra chat e facebook! :-)

      Elimina
  6. Ho la sfortuna di avere un viso molto, troppo espressivo. A questo aggiungici che mentre penso sembro sempre molto corrucciata. Praticamente ogni persona (anche estranei) che mi vede mi chiede: cosa hai? stai male? sei triste? Poi se gli dici che stai bene ti guardano perplessi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è ancora peggio....anche il mio viso cmq è molto espressivo e se mi stai antipatico me lo leggi scritto in faccia a caratteri cubitali!!

      Elimina
    2. Io credo che sia così, ma certa gente è talmente concentrata su se stessa che anche se glielo dicessi non si accorgerebbe di essermi antipatica!

      Elimina
  7. Verissimo, benchè come ripeto si capisca chiaramente quando non sopporto qualcuno, ce ne sono che sembrano non notarlo neppure...e continuamo a parlarmi per ore e ore!!

    RispondiElimina
  8. Eh a me chiedono: "cos' hai? - xchè sei arrabbiata?" quasi scocciati, no scusa è solo che a 1 mese dal Natale si scopre che il suocero deve fare le chemio, bimbo mega tonsillite (poi scoperto che sono da togliere), marito inizio polmonite, lavoro c'è poco mal pagato o non c'è del tutto, e potrei continuare alla grande quindi e che devo ridere? Logicamente non me ne sto tutto il giorno col muso però la voglia di farmi quelle belle risate non la sento. Piena solidarietà.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto, da stare lontana poi la famiglia si preoccupa tanto e li capisco pure...ma uno non è che può sempre sorridere quando ci sono dei problemi reali, ci si sforza di tirarsi su di morale ecc. ma lasciateci essere tristi o incazzate qualche volta!

      Elimina
  9. anche io ho passato la settimana "pensiero tasse"(pure voi visto J1 che comincia a pagare le tasse dopo due anni?). Solidarietà!

    RispondiElimina