martedì 27 maggio 2014

Dipendenze americane

La cucina italiana e' una delle migliori al mondo ed e' ovviamente una delle cose del mio paese che qui mi manca tanto, anche se cerchiamo sempre di trovare qualche prodotto made in Italy, cucinare gli stessi piatti e intenerire i famigliari per farci mandare pacchi di biscotti, grissini e grana. 
Partendo da questo presupposto, quando ho letto il post di Vavi sulle nuove dipendenze alimentari che ha sviluppato da quando vive negli Usa, ho subito pensato che la cosa non mi riguardasse. 
Se tornassi in Italia, il cibo americano non mi mancherebbe di certo, no?
Invece pensandoci attentamente mi sono resa conto che ho anche io almeno 5 cose a cui penserei con nostalgia, anzi mi e' gia' successo!!

- HAMBURGER: certo, gli hamburger ce li abbiamo anche in Italia, ma buoni come questi no, ve lo assicuro! Saranno gli ormoni, i pesticidi, la carne di alieno o i cerchi nel grano, non so...ma il sapore che hanno e' eccezionale!! Dopo i primi 6 mesi passati qui tra 2011 e 2012, a fine maggio sono tornata a casa per qualche mese. Ho passato i primi giorni a strafogarmi di tutte i cibi italiani che mi erano mancati, come tortellini, salami, bresaola, stracchino, ecc. Poi, a meta' luglio, me lo ricordo benissimo, stavo tornando da un aperitivo e mi e' venuta una voglia di hamburger incontrollabile. Presa dalla disperazione mi sono infilata in un Mc Donald's e sono tornata a casa tutta felice con il mio sacchettino...ma che delusione invece!! Quell'hamburger non aveva niente a che vedere con il Baconator di Wendy's che fanno qui!!



- LIME-A-RITA: la birra mi piace, ma non da impazzire, per questo in Italia in estate preferivo di gran lunga fare aperitivo con una bevanda fruttosa ma alcolica come il Bacardi Breezer. Qui pero' non e' ancora arrivato (o non lo abbiamo trovato), ma ho individuato un degno sostituto nel Lime-a-rita, che adesso e' diventato il mio inseparabile compagno di aperitivi in giardino. In teoria e' una bevanda a base di birra ma aromatizzata come un margarita. In realta' la componente birrosa non si sente per niente, e' dolce e 'on the rocks' e' la morte sua! Adesso hanno fatto anche la versione al mango, fragola o frutti di bosco, ma sanno troppo di sciroppo per la tosse, per cui quello al lime resta il mio preferito!
 

- VEGGIE STRAWS: il Lime-a-rita deve per forza essere accompagnato da cibo, altrimenti ti stronca le gambine in 10 minuti...ma invece delle solite caloricissime e untissime (ma buonissime ahime') patatine, da un po' di tempo a questa parte lo accompagno con i Veggie Straws. In pratica sono bastoncini aromatizzati alle vedure (patate o spinaci o pomodori), meno grassi delle patatine normali ma molto molto buoni....il problema e' che uno tira l'altro e se ne mangi un pacchetto intero l'effetto dietetico si va un po' a far benedire!

- SIERRA MIST DIET: e' una bevanda gassata aromatizzata al lime, simile alla Sprite. Mi impongo di comprarne una bottiglia solo a settimana, perche' ne' io ne' il Tecnico riusciamo a smettere di berla! Ho provato delle alternative in Italia ma lei resta sempre la mia preferita!
 
- WHITE CHEDDAR DEL VERMONT: all'inizo uno dei cibi italiani di cui sentivo di piu' la mancanza era il formaggio, tipo un buon grana o un pecorino con il pepe. Infatti era il prodotto che ci facevamo spedire piu' spesso dai genitori e dai suoceri, piagnucolando sul fatto che qui non c'era niente di paragonabile. Poi abbiamo scoperto il cheddar del Vermont ed e' stato amore al primo assaggio! Adesso non manca mai nella nostra spesa settimanale e difficilmente riusciamo a farlo durare piu' di meta' settimana!

 
Che dite, mi toglieranno la cittadinanza dopo queste affermazioni?

26 commenti:

  1. Io adoro le veggie straws!!! Però sì, ne mangio un sacchetto intero quindi inutile che siano leggere…tutte le altre cose (hamburger a parte che però posso farne a meno) non le conosco…per fortuna perché sembra diano dipendenza :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono particolarmente propensa allo sviluppo di dipendenze alimentari, quindi non faccio testo! :-)

      Elimina
  2. la prossima volta che sbarco in USA voglio assaggiare la sierra mist diet, la sprite è la mia bibita preferita, quindi se quella è più buona...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che non potrai piu' farne a meno!

      Elimina
  3. Io mi sono sempre chiesta come si fa a mordere un hamburger tanto alto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hamburger della foto non e' del tipo normale, ma e' il famoso Thurmanator (ci hanno fatto anche una puntata di Man Vs Food)...io non l'ho affrontato, il Tecnico invece si'...e ne ha patito le conseguenze per giorni!

      Elimina
  4. Quando mia madre dice che vuole fare gli hamburger, ci vado io a comprarli (supermercato). Ogni volta che va lei senno', va in macelleria e questi le fanno in pratica la semplicissima carne macinata (tipo quella da mettere sui sughi e cose varie) e la mettono in forma di hamburger :-/ :-/ Una cosa che ti si intoppa e non sa di niente che non ti dico.
    Quelli del supermercato sono almeno hamburger degni di questo nome, ma mai come quelli americani! Sono pure sempre striminziti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, quello del Mc mi aveva rattristato proprio perche' misero anche in altezza oltre che in qualita'. I miei genitori comprano ogni anno una mezza mucca da un allevatore e gli hamburger sono molto buoni, ma questi americani sono davvero inarrivabili!

      Elimina
  5. A me degli States mancano un sacco i coffee creamers, specialmente quello alle nocciole (anche se non so ora che sono vegana se potrei mangiarlo) e una spevie di salsa acida, tipo mayonese mischiata con verdure che vendevano all'aldi e io schiaffavo su tutto, ma anche quella mi sa che sarebbe off limits ora. Ahhhh, e una cosa che faceva passare la sbornia, sempre dell'Aldi: un succo di limone in bottiglie da mezzo litroooo, bonoooooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno torna dagli Usa senza almeno una dipendenza!! Forse ho capito di che salsa parli, io ci inzuppo le verdure crude agli aperitivi!

      Elimina
  6. mmmm anche io mi sa che ho sviluppato dipendenze qui a varsavia molto poco ortodosse :-D...quando finisce la faccenda battesimale riprendero' anche io il post di Vavi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che avrai delle interessanti dipendenze da confessare...ti ho lasciato i Pierogi!! ;-)

      Elimina
  7. le veggie strass non le ho mai provate e fin ora non mi hanno incuriosito, ma dopo queste recensioni iper positive sono giá sulla prossima lista della spesa. Gli Hamburger qui sono fantastici, però ai vari Mc Donalds o Burger King (se parliamo di fast food e non di teak house o simili) preferisco di gran lunga Whataburger, catena Texana e diffusa credo solo al South. Oltre agli hamburger buonissimi mi piacciono anche i locali un po' anni 50

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si', io ho citato Wendy's per rapportare il Mc a qualcosa di simile, ma in genere lo mangio da Champps o in qualche pub...e il mio preferito in assoluto e' quello di bisonte!!!

      Elimina
  8. E la Cherry Coke? Ne vogliamo parlare?
    Perchè nel resto d'Europa la commercializzano e da noi no, non lo capirò mai! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Misteri misteriosi...io ho anche il lucidalabbra alla Cherry Coke, cosi' non me ne separo mai! :-D

      Elimina
  9. ahahahah :) giusto oggi ho pubblicato un post su dove mangiare bene a Siena :) cibo italiano versus americano! ahahaha , comunque anch'io amo gli hamburger per ora mangiati solo in Italia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No va beh, con il cibo italiano non c'e' paragone!!!

      Elimina
  10. Anch'io non avrei mai detto, ma pure a me manca il cheddar :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, chi lo avrebbe mai detto che anche noi italiani ci saremmo cascati!!!

      Elimina
  11. un bell'hamburger ogni tanto ci sta, Italia o America :-))))) quello che non ho mai mangiato davvero buona in Italia è la cheese cake, adoro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un anno fa la avrei messa tra le 5 dipendenze, perche' la adoravo anche in Italia e appena arrivata qui ero abbonata a Cheesecake factory...ma dopo averne mangiata a tutte le feste del lab e a tutte le cene a cui un ospite pensava di portarci il dolce, ho un po' perso interesse....ma sono sicura che ritornera'!

      Elimina
  12. Ciao! ti o nominato per il Liebster award. Trovi tutto le informazioni http://mammacongelo.com/2014/05/29/liebster-award/. A presto! :)

    RispondiElimina
  13. Alla fine ci sono cose buone ovunque!
    Io i grissini li trovo da Trader's Joe comunque, mentre per i biscotti non c'e' proprio soluzione purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'unica soluzione per i biscotti e' farseli spedire!! (anche se recentemente ho visto nel grocery store qui vicino i PanDiSTelle...a 4 dollari 250 gr pero'!!!)

      Elimina