giovedì 22 maggio 2014

In equilibrio precario

Il Tecnico va dicendo da giorni che porto sfiga.
Perche' poco dopo che gli avevo urlato "vai piaaano", ha preso la famosa multa.
Perche' a marzo gli ho chiesto "ma sara' una buona idea andare in vacanza a ridosso del tuo cambio di lavoro?" ed e' uscito il job posting mentre eravamo nel mezzo del nulla in Peru', che per un soffio non ha perso.
Perche' due settimane fa gli ho detto "Non spedire il passaporto per il rinnovo adesso, che stai facendo i documenti per il lavoro nuovo" e due giorni prima dell'appuntamento al consolato lo hanno chiamato
le risorse umane per dire che con il passaporto vecchio gia' annullato non riuscivano a fare il controllo pre-assunzione e sarebbe stato tutto rimandato di almeno una settimana.
Oh, lui e' un po' approssimativo, ma io sto cominciando a crederci davvero sul fatto di portare sfiga!!!
Ad esempio.
Da due anni a questa parte, piu' o meno in questo periodo, riparte la roulette russa del rinnovo del mio visto. Il lab dove lavoro ha goduto di risorse illimitate praticamente fino al 2011, quando sono arrivata io. Gia' per il primo contratto ci sono voluti un po' di mesi per avere i soldi necessari ad assumermi, poi l'anno scorso ci sono stati i licenziamenti vari e adesso sono qui che aspetto la riunione di domani per sapere (insieme ad altri 5 colleghi) se da luglio dovro' cercarmi un altro lavoro oppure no. 
Mi sa che e' meglio se ne frattempo mi cerco una maga o un esorcista o uno di quegli esperti in malocchio che si vedono in tv vestiti con una palandrana di colori tenui.
Lo so che poi alla fin fine non sarebbe mica poi tutta questa tragedia andare in un altro laboratorio, le possibilita' di impiego per i post doc come me non sono troppo difficili da trovare. Potrebbe essere anche eccitane, nuovi colleghi, nuove sfide, magari mi pagherebbero pure meglio. 
Il punto e' che mi pare di non essere capace di affrontare un altro cambiamento, positivo o negativo che sia. Da quando sono qui e' come se tutte le mie energie nervose fossero costantemente impegnate nel mantenere un equilibrio e quindi ogni nuova piccola perturbazione di questo equilibrio mi appare come una cosa insostenibile da affrontare, al di la' delle mie capacita'.
Mi sento in bilico su una corda tesa, come se il minimo tocco mi potesse far cadere, fosse anche solo una farfalla che si posa sulla mia spalla.
Anche in questo io e il Tecnico siamo proprio perfettamente bilanciati, visto che lui ha cambiato 3 capi in 20 mesi! :-D
 
 

20 commenti:

  1. Non porti sfiga, forse hai un certo sesto senso, o quinto e mezzo come direbbe Dylan Dog; inoltre la legge di Marphy è reale, non una leggenda metropolitana, aimè.
    Speriamo il meglio per la riunione :)
    ciao ciao
    Rossella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si', non e' leggenda metropolitana ma certezza...come dimostra la multa che abbiamo preso domenica dopo mezz'ora di viaggio... :-(

      Elimina
  2. Io accuso sempre mia madre di portare zella. Lei mi risponde che è semplicemente più intelligente degli altri e prevede. Vai a capire chi c'ha ragione. In ogni caso se trovi qualcuna che sa togliere il malocchio, ti prego, dammi il contatto, che se è brava sono disposta ad attraversare l'oceano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah sai che qui c'era un ragazzo che diceva di saper togliere il malocchio, ma non mi sono mai fidata...sai quelle cose tipo 'non e' vero ma ci credo ma non voglio alimentare questa cosa e faccio finta di non crederci'?

      Elimina
  3. Non e' che porti sfiga e' che quando la realta' l'hai toccata con mano sai come funziona e quindi purtroppo le cose vanno anche come non vorresti ma sai che potrebbero andare...non so se ho reso l'idea di quello che volevo dire! Per il resto al di la' delle differenze ti posso solo dire che ti capisco ma tanto, tanto proprio. Anche io da qualche mese mi sono trasferita in una nuova citta' e malgrado vorrei fare tante ose, le vedo e le penso ma poi sono cosi impegnata a cercare di mantenere l'equilibrio che mica c'ho l'energia per realizzarle! Comunque vedrai che andra' tutto bene e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mantenere l'equilibrio costa una fatica immane, non ci si crede che siano necessarie cosi' tante energie semplicemente per restare fermi! Ti abbraccio, compagna di sensazioni!

      Elimina
  4. Anche a me dicono che porto sfiga...ahahahhahaha
    Quando si affrontano tante cose una dopo l'altra, tenere l'equilibrio diventa un'arte da sviluppare, o ce l'hai o te la fai venire!!!
    Speriamo che alla riunione ti dicano solo cose belle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, alla fine se uno sta camminando su una corda e gli dici "attento che cadi" e poi cade, non e' che porti sfiga, la probabilita' della caduta era gia' alta all'inzio!

      Elimina
  5. Io alla sfiga non credo, ma all'istinto e all'intuito femminile (totalmente incompreso dagli uomini) si!

    RispondiElimina
  6. Esatto, e' solo che sei lungimirante, come siamo solitamente noi donne. E l'ansia di un eventuale cambiamento, Baby, e' normale. Soprattutto in questo paese in cui il "posto fisso" non esiste, ma la mobilita' continua si'; l'unico problema e' che noi abbiamo visa e ogni minaccia di instabilita' sembra sempre il preambolo del ritorno a casa.
    Non so se lo sai, vabbe', il commento di Princess lassu': a Roma diciamo "portare zella" :D

    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che siamo in 5-6 messi nella mia situazione, ma l'unica a saperlo con certezza sono io perche' avendo il rinnovo a giugno ho dovuto chiedere direttamente...e quello che ho cercato di spiegare alla tipa delle risorse umane e' che non possono tenercelo nascosto, visto che essendo in visa se ci licenziano abbiamo 30 gg (J1 visa) o 24 ore (H1B visa) per andarcene!
      Non conoscevo 'portare zella' ma avevo immaginato! ;-)

      Elimina
  7. Siamo essere (iper)pensanti... noi donne, eh. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma se iper-pensassero anche sti uomini ogni tanto!!

      Elimina
  8. io temo che tua sia afflitta dalla stessa malattia di mio marito....cioè avete sempre ragione, che se noi fossimo un pò più attenti...però una cosa è vero. Noi attraiamo gli eventi. La forza del pensiero è fondamentale. E i cambiamenti spaventano tutti..ma tu sei destinata a GRANDI COSE, devi arrenderti al tuo destino.....Anche se non lo vuoi le cose accadono e non so perchè sono sicura che saranno ottime cose! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho pensato spesso a questa cosa dell'attrarre gli eventi ma ancora non ci riesco, pensare male e' piu' forte di me!!!!

      Elimina
  9. conocrodo con chi dice che semplicemente sei lungimirante...e non paga sai? io lo sono, ma mia madre di più! e quanto mi infastidisce :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lungimiranza non paga davvero, poi ti dicono che porti sfiga! :-)

      Elimina
  10. Quindi poi com'e' andata la riunione?!
    Io credo che se nonostante le avversita' e il lavoro eztra di cercarti i finanziamenti loro hanno tenuto proprio te, vuol dire che danno valore al tuo lavoro e che ci tengono a tenerti...noooo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si sa ancora, domani cerco di indagare dalla responsabile delle risorse umane...ma che stress pero'!

      Elimina