giovedì 25 settembre 2014

Parte 2 di 2 - Come si cambia (per non morire)

Vi avverto subito, la seconda parte e' molto meno succosa della prima! :-)

Tra me e la ex non ci sono mai stati problemi dal mio arrivo qui, a parte qualche momento imbarazzante tipo quando a pranzo e' capitato che si parlasse di gelosie, tradimenti e donne che rubano i fidanzati. In realta' pero' pare che l'imbarazzo sia solo mio...lei sembra sia stata sparaflashata come in Men in Black e abbia completamente rimosso tutto quello che e' successo 10 anni fa...meglio cosi' eh, ma mi pare cosi' strano!! 
Ad esempio quando racconto un aneddoto sul Tecnico, spesso lei mi guarda e dice cose tipo "ah, il Tecnico fa cosi'? non Lo avrei mai detto!"...come se non fosse stato il suo fidanzato per piu' di tre anni!!! 
Oppure succede che se siamo da sole, per riempire il silenzio (non abbiamo moltissimo in comune), lei inizi a ricordare episodi del passato o uscite del periodo in cui la sua coppia era in crisi e io stavo puntando il suo fidanzato...lei sembra assolutamente tranquilla, io mi metterei il mantello dell'invisibilita'!!

Ma veniamo al sodo.

L'anno scorso la ex e' stata vittima dei tagli del personale che hanno falciato il nostro laboratorio, ma ha trovato dopo poco tempo un altro posto di lavoro. La nuova capa, che il Tecnico conosceva molto bene, era da poco arrivata insieme al marito ed entrambi si erano creati un proprio gruppo di ricerca indipendente (sospetto che la ragione della separazione non siano solo i diversi ambiti di ricerca...per me anche loro, come noi, non riescono a lavorare insieme!!).
Quando il Tecnico, per la seconda volta in poco piu' di un anno, ha deciso di cambiare di nuovo lavoro (in questo e' perfettamente americano), ha chiesto consiglio ad un paio di persone fidate, che gi hanno suggerito di sentire dal marito della capa della sua ex...
Detto fatto, da giugno ha cominciato a lavorare per lui!
Anche io da tempo non ero piu' molto contenta del posto di lavoro dove stavo da quasi due anni, me ne sono lamentata spesso qui sul blog.
Nonostante questo, per mesi non ho avuto il coraggio di tentare un cambiamento, me ne stavo bloccata in una situazione che non mi piaceva ma che mi sembrava comunque migliore dell'ignoto, perche' conosciuta e consolidata. Le cose pero' sembravano peggiorare invece di sistemarsi, partivo al mattino sconsolata e tornavo alla sera nervosa e frustrata.
Le ragione erano varie.
Mi sentivo poco seguita, perche' il capo non c'era mai e quasi neppure sapeva chi stava facendo cosa. O perche'. E spesso a piu' persone nel lab veniva assegnato lo stesso progetto...
Le tensioni con la collega stronza dal carattere difficile erano sfociate in una guerra sotterranea da parte sua, a colpi di frasi dette casualmente perche' potessi sentirle, piccoli dispetti, critiche velate.
La persona con cui collaboravo non aveva mantenuto quanto promesso a luglio 2013. Stavamo lavorando ad un progetto (insieme alla collega di cui sopra), al termine del quale ci sarebbe stata la possibile pubblicazione su una rivista scientifica. Il mio nome doveva essere al primo posto, condiviso con l'altra. Poi mi sono ritrovata seconda...infine terza...e al momento sono quarta, senza che ci sia stata nessuna motivazione o spiegazione a riguardo, anche quando le ho chieste. E nel nostro campo la posizione dei nomi nell'articolo fa una differenza enorme.
Infine, quando l'universita' per il primo anno aveva reso pubblici gli stipendi di tutti i membri del laboratorio, era risultato palese che leccare il culo conversare amabilmente con le persone giuste valesse molto molto di piu' del lavorare duramente e dell'ottenere risultati.
Quest'ultima vicenda, sebbene fose paradossalmente quella forse meno importante, e' stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso...non mi ero trasferita a 7000 miglia da casa mia, sopportando tutte le fatiche di un espatrio (e voi lo sapete bene!!!), per poi ritrovarmi a vivere le cose viste mille volte in Italia, le stesse per cui avevo lasciato il mio paese!!!
Cosi' anche io mi sono messa alla ricerca di un altro posto di lavoro.
La moglie del capo del Tecnico (nonche' capa della ex) lavorava nel dipartimento in cui mi sarebbe piaciuto andare, per cui il Tecnico le ha chiesto se conosceva qualche gruppo di ricerca che stesse cercando personale.
A sorpresa, lei gli ha risposto che stava cercando un altro post doc per il suo laboratorio, per cui se ero interessata potevo passare da lei a fare due chiacchere, anche solo per capire di cosa si occupava e se poteva interessarmi. Io sono andata piu' per cortesia che per altro.
Invece abbiamo fatto un paio di colloqui, ci siamo piaciute subito e i progetti che mi ha proposto mi sono sembrati molto interessanti.
Morale della favola: tra due settimane inizio nel nuovo laboratorio!
Sulla carta avro' un capo che mi piace moltissimo "a pelle", la mia collega (la ex) sembra tranquilla al pensiero di avermi nel gruppo (ha anche parlato molto bene di me alla capa) e torno finalmente ad occuparmi di ematologia, che mi ha sempre appassionato tantissimo.
Nella realta', non so ovviamente come andra', vedremo nei prossimi mesi...per adesso mi godo la serenita' con cui accetto tutto quello che succede nel vecchio posto di lavoro, sapendo che tanto a breve non li rivedro' piu'...e sono ansiosa (stavolta in senso buono) di cominciare qualcosa di nuovo e stimolante.
Che giri strani che fanno il destino e la vita, pero'. 
Il Tecnico lavora da P, che e' sposato con D, per la quale a breve lavoreranno insieme sua moglie e la sua ex.
Chi l'avrebbe mai immaginato, 10 anni fa! :-)


PS: se mi trovano morta in laboratorio, sapete chi andare a cercare!!

27 commenti:

  1. no, aspe', io non ci riuscirei mai a lavorare con la ex di mio marito :-D

    cmq, grande in bocca al lupo per il nuovo lavoro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che non riuscirei a lavorare con quella per cui sono stata mollata, essendo "l'altra" ce la posso fare! :-)
      Crepi!!!

      Elimina
  2. Alla fine la ricerca è tutta una grande famigghia!!! Mi dispiace sapere che le dinamiche siano le stesse anche lì. Ma i protagonisti di questi magheggi di nomi spostati sono americani? Comunque se ti può consolare mi sono appena sparata un esperimento lungo e impegnativo (xenograft) per cui non avrò il nome sul lavoro... Oh yeah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente i responabili sono 100%...e sono uguali a quelli che trovi in Italia nel nostro ambiente!!
      Che palle anche per te, cosa gli costa mettere il nome poi??

      Elimina
  3. magari è davvero così, a lei del passato non importa più nulla. Certo che ritrovarsi a millemila km è davvero stranissimo.

    RispondiElimina
  4. E` la prima volta che commento! Anche io sono biologa e sono andata in Spagna per ritrovarmi poi uguale che in Italia -.-"

    Ad ogni modo il tema ex è appassionante: in pratica il mio compagno è amico di tutte le sue ex, quando siamo andati in banca a mettere il mio nome nel suo conto corrente c'era ancorail nome dellaex, all'inizio quando avevo puntato gli occhi su di lui e lui mi invitava alle feste, io diventando matta per capire se rideva e scherzava con la ex, la cugina, la fidanzata oppure ci stava provando con qualcuna....tipo che poi io giravo i tacchi e parlavo con altri, non capivo niente! Finché non ha scoperto lui le carte.... Le sue ex (molte!) sono parte della nostra vita quotidiana...davvero io, gelosa come sono, guardandomi da fuori non ci crederei che riesco comunque a vivere tranquilla. L'amore vince su tutto DAVVERO?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io a dire la verita' sono rimasta amica dei miei ex...se nessuno dei due e' piu' innamorato, se magari entrambi sono gia' con una nuova persona, non vedo ragioni per rancori e fastidi!
      Uh, quindi anche in Spagna tutti i biologi sono uguali? Uff!

      Elimina
  5. wow. che poi dicono in ohio non succede niente ahhahahahha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede tutto a casa mia praticamente!

      Elimina
  6. Evviva: nuovi progetti, una boccata d'aria fresca!
    In bocca al lupo per questi inizi... tutto sommato pare che la ex se ne sia fatta una ragione: brava lei! (oppure sa mentire benissimo a se stessa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, se sta mentendo a se stesa spero che non si dica mai la verita'!
      Crepi il lupo!

      Elimina
  7. Il nuovo progetto mi sembra ottimo! Anche a me sembrerebbe strano lavorare con la ex di mio marito, ma se per lei è tutto tranquillo approfittane. Non tutte le donne sono delle iene quando si parla di amori passati ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidentemente no, lei mi pare davvero tranquilla e quindi non posso che esserlo anche io!
      Non vedo l'ora di cominciare nel nuovo laboratorio!

      Elimina
  8. ahahaha che confusione! Mi sono persa i rigiri tra gli ex :D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry, un po' complicata in effetti!!

      Elimina
  9. Mio marito ha sempre dato tagli netti con il passato e soprattutto con le ex. Gli sono sempre stata grata per questo però, c'è stata un'occasione in cui ho fatto "amicizia" con una sorta di ex.
    Se la persona è matura e fa capire che non ci sono strascichi... secondo me può funzionare!!
    Sono felice per il nuovo progetto. Un enorme in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo!
      Anche mio marito ha sempre dato tagli netti, infati non si erano mai piu' visti e sentiti...finche' il karma non ci ha messo un simpatico zampino!

      Elimina
  10. In bocca al lupo! ma il titolo è sbagliato per me...non cambi per non morire, ma perché sei pronta a farlo.
    Se per lei va bene, non farti più paranoie e come lei rimuovi il passato :-)
    Ho imparato da poco la gioia di poter cambiare lavoro...ho scoperto (di nuovo!) di saperlo fare e che alle volte può essere incredibilmente soddisfacente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi! Hai ragione, cambio perche' e' arrivato il momento di farlo...ed e' una sensazione bellissima!

      Elimina
  11. Cavoli pure li succedono queste ingiustizie nella ricerca?! Hai fatto benissimo ad andartene: Evviva il cambiamento! Brava!!
    (la storia della ex e' succosissima, ma io non mi preoccuperei: siete due donne intelligenti e finora non ci sono stati problemi, perche' dovrebbero essercene ora?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succedono perche' si tratta di italiani purtroppo...
      Sono d'accordo con te, se lei avesse voluto poteva rendermi la vita impossibile al mio arrivo..quindi perche' dovrebbe cambiare ora?

      Elimina
  12. Complimenti! Ti ammiro tantissimo, non so se io riuscirei a mollare il lab negli US per trovarmente un'altro, temo che resteri anche se insoddisfatta per la pura di fare peggio ;-)
    Per quanto riguarda la ex..tanto di cappello! Il tempo guarisce (quasi) tutto ma potrei scrivere poemi su ex un pò troppo invadenti!
    In bocca al lupo per il nuovo lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo!
      Io so che quello che lascio mi ha portato cosi' al limite da non poter immaginare di peggio...in questo modo scegliere di cambiare non sembra cosi' azzardato!
      Per fortuna io e lei cmq non ci siamo viste per quasi 10 anni e il tempo ha sistemato le cose, forse se fossimi arrivati qui e lei fosse stata ancora sola non l'avrebbe presa cosi' bene...chissa'!

      Elimina
  13. sei meglio di brooke...o tu sei taylor?? mi sono persa!!! non vedo l'ora di leggere le puntate successive!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh...meglio Taylor va la', se fossi Brooke dovrei prendermi anche il suocero (no grazie) e il fratello del Tecnico, che pero' e' figlio unico!

      Elimina
  14. Un po' in ritardo ma complimenti per il nuovo lavoro, te lo meriti!
    Io sono in buoni ma molto sporadici rapporti con i miei ex, in compenso vorrei conoscere la ex del mio compagno che da quello che ho intuito quando ne abbiamo parlato e' proprio una persona interessante con cui credo mi divertirei un sacco ma questi sono i miei deliri da solitudine di vita all'estero!

    RispondiElimina