domenica 3 maggio 2015

Yin e Yang

Io sono una che arriva sempre estremamente puntuale a tutti gli appuntamenti.
Non so se sia colpa del carattere o della mia natura ansiosa o di entrambi, fatto sta che parto sempre in largo anticipo in modo da avere la quasi matematica certezza di non essere in ritardo, qualunque sia il tipo di appuntamento, anche con gli amici o a cena dai genitori!!
Tengo conto di eventuali lavori stradali, del traffico, della dificolta' di trovare parcheggio e anche delle condizioni metereologiche e se per caso nonostante tutte le mie precauzioni sono lo stesso in ritardo, ci sto malissimo: inizio ad avere mal di stomaco, le vampate di calore ed i sudorini freddi, immaginandomi il fastidio che sto arrecando a chi mi aspetta e sentendomi gia' in fortissimo imbarazzo preventivo.
Questo mia piccola ossessione si e' rafforzata stando qui in America, dove ho trovato sempre persone estremamente puntuali e dove bastano 3 volte in cui arrivi in ritardo di almeno 20 minuti ad una visita medica e possono toglierti l'assicurazione sanitaria.
In tutto questo, il karma ha pensato bene di mettere sulla mia strada il Tecnico, l'uomo che ha fatto dell'essere perennemente in ritardo un suo stile di vita, quasi una cifra stlistica che lo contraddistingue. 
Per lui arivare per primo e stare li' ad aspettare che arrivino gli altri, mentre magari le persone attorno lo guardano con aria interrogativa, e' talmente insostenibile che si assicura di essere sempre cosi' in ritardo da avere la certezza di non essere il primo ad arrivare. E non stiamo parlando del famoso "quarto d'ora accademico", lui arriva 30-40 minuti dopo il tempo concordato, anche piu' di un'ora  a volte! La mia piu' grande paura per il giorno del matrimonio non era che qualcosa andasse storto (il cibo cattivo, la torta che cadeva, ecc), ma che lo sposo arrivasse in ritardo!!!
Da quando viviamo insieme ho capito come fa: innanzitutto lui inizia a prepararsi piu' o meno all'ora concordata per il ritrovo, per cui se ci si deve incontrare in centro alle 8, lui alle 8 va a fare la doccia! Insomma, aspetta fino all'ultimo istante prima di mollare quello che sta facendo ed andare a prepararsi, incurante di chi (nella fattispecie, IO!!) ha lasciato le cose che stava facendo ore prima, pur di essere puntuale!
Poi e' incapace di allungare o accorciare il tempo di preparazione a seconda di quanti minuti ha a disposizione prima di un appuntamento...voglio dire, io ci metto tipo 15 minuti a fare una doccia, ma possono diventare 20 se ho voglia di rilassarmi o 5 se devo correre fuori di casa il prima posibile...la sua doccia invece dura invariabilmente 20 minuti, che sia in anticipo o che sia gia' in ritardo di 10 minuti. 
Infine, quando miracolosamente riesce a non essere eccessivamente in ritardo e magari lo lascio da solo in casa e vado a scaldare la macchina per guadagnare qualche altro minuto, certa che di li a pochi minuti sara' fuori, trova una cosa fondamentale da fare prima di uscire...e perde altro tempo. Le varianti possono essere le piu' assurde: vuole mettersi l'unica polo che non ho stirato, innaffiare le piante, avvitare il corrimano che era ballerino da mesi, cambiare quella lampadina che era bruciata da settimane, mettere in ordine le ultime bollette arrivate, impastare il pane, fare il back up del computer o pulire gli obbiettivi della macchina fotografica (tutte realmente accadute).
Quello che trovo incredibile e' quanto sia irritante per lui il ritardo altrui...se gli dico che scendo dal lab alle 6 e magari ho un intoppo lavorativo, mi fa diecimila chiamate ogni 15 secondi e lo trovo in macchina ad aspettarmi cupo e risentito. Poi il karma proprio non vuole aiutarmi, perche' quelle volte che tra suppliche, minacce e congiunzioni astrali sono riuscita a portarlo sul luogo all'ora indicata...tutti gli altri erano in ritardo, convincendolo ancora di piu' di essere nel giusto!
In Italia il mio bisogno di puntualita' e il suo essere perennemente fuori tempo massimo erano piu' facili da gestire, sia perche' avevamo due macchine, sia perche' abitavamo a 5 minuti dal centro in bici, per cui quando dovevamo incontrare amici comuni ormai si sapeva che io sarei arrivata puntuale da sola e lui ci avrebbe raggiunto con i suoi tempi.
Qui e' molto piu' complicato, perche' abbiamo una sola auto e abitiamo in una zona non raggiungibile in altro modo, per cui passiamo ore a litigare su quando iniziare a vestirsi e mettersi in marcia.
C'e' da dire che dopo 11 anni insieme, io sono diventata un po' piu' flessibile e lui ha ridotto di un pochino il suo ritardo perenne, ma il piu' delle volte sembriamo quelli delle vignette di famiglia, con la mamma che vorrebbe uscire in orario e il bambino in mutande che scappa per la casa! :-)

qui
qui
qui


16 commenti:

  1. Ammetto che ho riconosciuto nei tratti del Tecnico qualche tratto mio! Anche se come ti dicevo la California mi sta guarendo (e forse anche avere al seguito un bambino che allungaaaaaa i tempi) e sto persino cominciando ad apprezzare l'arrivare in anticipo! PERSINO!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo avevi detto che siete abbastanza simili in terminbi di puntualita'...GRRRRRRR! Non oso pensare se avessimo un figlio, se mi nasce lento e ritardatario sclero!!

      Elimina
  2. Idem in casa mia. Io sempre in anticipo, lui sempre in ritardo, anche al nostro matrimonio.
    Se voglio arrivare in orario ad un appuntamento o almeno non con un'ora di ritardo, devo mentire sull'orario di ritrovo.
    Sai cos'è la cosa peggiore? Ho cercato di insegnare ai miei figli ad essere puntuali, niente, ho fallito, tutti loro padre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al matrimonio avevo mandato 3 persone a prenderlo, debitamente minacciate perche' me lo portassero in orario!
      Anche io ho cominciato a mentire sull'ora di ritrovo....

      Elimina
  3. Anche io sono puntuale perché arrivare in ritardo mi mette ansia, lui è perennemente in ritardo a qualsiasi appuntamento. All'inizio litigano continuamente per il suo ritardo, ora mi sono un po' rassegnata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi sono rassegnata ma non abbastanza, ancora facciamo certe litigate per la questione della puntualita'!!

      Elimina
  4. Ehmm a casa mia siamo al contrario. Io sono di quelle che o si prepara all'ultimo minuto o inizia per tempo, ma allunga i tempi talmente tanto che fa tardi lo stesso!!

    RispondiElimina
  5. A parte il ritardo, la cosa che più mi infastidisce è la lentezza. La parola che gli dico più spesso è "muoviti!"; lui dice che per fare le cose ci vuole il tempo che ci vuole, mentre io sostengo che puoi farle velocemente, con calma o a velocità normale. Il tuo esempio della doccia è perfetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo con te, la maggior parte delle incombenze puo' essere fatta piu' o meno velocemente a seconda del tempo che si ha a disposizione!

      Elimina
  6. Ahahahahah ed e' stato piu' bello ancora sentire questo post nascere dalla tua viva voce! <3

    RispondiElimina
  7. Io gia sclero con il bimbo che corre in mutande quando e' ora di uscire :+)
    Complimenti x la pazienza!

    RispondiElimina
  8. Io sono quello puntuale in casa, lei quella ritardataria perenne. E' una condizione, oserei dire, terribile, una violenza.
    Quando posso non aspetto nessuno altrimenti mi invento cose da fare nell'attesa del gruppo famiglia.

    RispondiElimina
  9. Io sono come te,estremamente puntuale. A lavoro mi prendono in giro perchè io arrivo sempre almeno venti minuti in anticipo ed essendo il nostro un lavoro su turni, sono considerata "un buon cambio" visto che di sicuro arrivo precisa.
    Una volta ho avvisato un collega a cui dovevo dare il cambio (lui faceva la notte, io la mattina) che forse sarei arrivata in ritardo di qualche minuto..risultato? Sono arrivata in anticipo di un'ora e mezza :P

    Fidanzato, per fortuna, è abbastanza puntuale..Non rasenta la paranoia come me,ma meglio di niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "abbastanza puntuale" sarebbe gia' un sogno per me!!

      Elimina