venerdì 11 settembre 2015

Scelte

Prima o poi arrivero' anche con il riassunto di queste vacanze...per ora vi lascio uno stralcio di dialogo tra me e mio papa', che e' molto esemplificativo, soprattutto di come mi sento:

- Papa', tu pero' mi hai sempre spinto a cercare di mettere a frutto i miei studi, di migliorare il curriculum, di fare carriera nel mio campo....e sei cosi' orgoglioso di qualunque mio successo o riconoscimento, nello studio hai persino una bacheca dove esponi i cartellini dei congressi a cui ho partecipato!
- Eh sai, quando parlo con qualcuno del paese o con i miei amici, mi vanto di avere la figlia che fa ricerca all'estero, mi faccio "grande" con tutta la storia dei "cervelli in fuga", racconto con orgoglio di quello su cui lavorate tu e tuo marito, ecc...ma quando la sera sono a letto, tutto questo mi sembra non conti piu' nulla e preferirei averti qui, anche con uno stipendio molto piu' modesto e meno successi.

24 commenti:

  1. Mi sembra di capire che tornare a casa ti abbia confuso ancora di più le idee...Mi dispiace, certe volte è così difficile capire cosa sia meglio per noi. Spero tu riesca presto a fare luce sulla strada giusta da prendere.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realta' questa vacanza me le ha chiarite del tutto, ma al tempo stesso mi ha fatto ben capire che quello che vorrei non e' al momento realizzabile, e non so se lo sara' mai. A volte la strada e' piu' complicata del previsto, ma continuo a tenere gli occhi fissi sulla meta.

      Elimina
    2. Ti capisco benissimo, purtroppo :(

      Elimina
  2. Questa e' la cosa piu' bella che potevi sentirti dire da tuo padre! Tu pero' tienitela come una perla e vai avanti con la tua vita e le tue scelte che secondo me un giorno potrai tornare, tutto cambia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto cercando esattamente di fare questo, di custodirla in un angolo del mio cuore e prenderne solo il bello, senza farmi prendere dalla tristezza, dal senso di colpa e dalla nostalgia. E' vero, tutot puo' cambiare, in qualunque momento!

      Elimina
  3. :-(

    Pensa, i miei non hanno né l'uno né l'altro...

    Aspettiamo giorni migliori....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue parole mi hanno fatto fare un salto sulla sedia! Sei una figlia che è stata capace, da sola, di costruire una famiglia stupenda in situazioni difficilissime e il luogo dove sei ti ha posto difficoltà ma ti ha offerto anche possibilità. Quali giorni potrebbero essere migliori?!
      Mila

      Elimina
    2. Capisco cosa vuoi dire Marica...ma credo che i miei genitori avrebbero uguale orgoglio se invece di un nuovo cartellino del congresso gli presentassi un figlio :-)

      Elimina
  4. ...pensa solo che questo che per loro e' considerato "amore" per mia personale esperienza e' stato un atto di puro e semplice egoismo. Ed è per questo che poi, ci si ritrova a vivere delle insignificanti e insoddisfacenti vite, circondate però dagli affetti familiari, dai profumi delle nostre città , e dal nostro buon cibo. Ma a che prezzo??? Vivi e cerca di realizzare quello in cui credi più di tutto e come tutti, nel bene e nel male, vivi la tua vita. Se lo vuoi veramente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non riesco a vederlo come egoismo. Non nei miei genitori almeno. Sono persone che hanno sempre dato tutto per la famiglia, siamo molto legati, ed e' naturale che soffrano la mia assenza! E penso che piu' di tutto mi dicano queste cose per farmi capire che tengono a me, piu' che per convincermi a rientrare!

      Elimina
  5. Accidenti...sono discorsi che ti stringono il cuore certo...però se siamo così lontane un motivo c'è...non è facile stare lontani da casa e famiglia, ma diventare grandi è anche questo. Portare avanti con coraggio decisioni difficili e a volte anche un po' sofferte. Se poi alla fine scopriremo che non ne valeva la pena l'Italia sarà sempre là ad aspettarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si', sono grande ormai e devo riuscire a farmi scivolare addosso il senso di colpa per averli comunque privati del mio aiuto e della mia vicinanza. Credo che sia la cosa piu' dura di questa esperienza, insieme alla solitudine.

      Elimina
  6. Non amo di più mio figlio né sono più orgogliosa di lui perché ha successo e guadagna di più che qui, amore e stima non cambierebbero se fosse un anonimo travet, ma sono felice che sia là dov'è, anche se tanto lontano da me, perché là lui è più realizzato e solo se i miei figli sono felici lo posso essere anch'io. Credo che ogni genitore mi possa capire
    Mila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, credo che il punto sia che i miei genitori non mi hanno mai vista infelice in italia e quindi fanno fatica a pensare che sia stata la scelta migliore. Ero precaria, ero sottopagata, ma facevo una vita comunque normale ed ero felice della vicinanza di famiglia e amici...adesso mi vedono piu' in difficolta' e forse questo rende accettare la mia scelta ancora piu' complicato.

      Elimina
    2. Cara mila, ti assicuro che non tutti i genitori sono come te....ma ti scrivo in privato, presto ti arriverà un'email :-)

      Elimina
  7. Che bella cosa che ti ha detto tuo padre: santa sincerità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si' lui non mi hai nascosto come si sente e quello che pensa :-)

      Elimina
  8. Che orgoglio però sentire un padre parlare così. Non ti amerebbe meno se tu fossi diversa, ma sei così ed è bellissimo che lui te lo abbia detto.
    Credo di aver capito che tornerai in Italia e mi scuso se sbaglio, ma in ogni caso spero che la non facile decisione sia quella che si rivelerà migliore per te, nel tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non tornero' in Italia...o almeno, non a breve. Ho solo capito che e' il posto dove stro meglio in assoluto, ma razionalmente non posso tornare, non avrei opportunita' lavorative valide.

      Elimina
  9. Mi hai fatto venire il magone...emozionare e piagere...
    Bellissime parole...

    Lettrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati il magone che e' venuto a me!!

      Elimina
  10. Le parole di tuo papa' sono toccano davvero il cuore :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si', e' sempre stato sincero con me ma mai sentimentale...sara' la lontananza!

      Elimina