giovedì 29 settembre 2016

Necessita' primarie

Tenete duro, all'inizio potra' sembrare il mio ennesimo post sulla gravidanza ma non lo e', almeno non in senso stretto! :-D
Anche se non ne ho ancora avuto esperienza diretta, immagino che al ritorno dall'ospedale tutto ruoti intorno al nuovo arrivato e ci voglia un pochino di tempo a costruirsi una nuova routine e imparare a gestirlo trovando comunque il tempo per provvedere alle proprie di necessita' primarie, ad esempio nutrirsi in modo normale. 
Visto che saremo soli (non so se lo avevo gia' scritto, ahahahahahah) ed in particolare a partire da quando il Tecnico tornera' al lavoro, suppongo che trovare il tempo di cucinarmi dei piatti normali non sara' semplicissimo. Per questo abbiamo gia' programmato di preparare nelle prossime settimane alcune cose che possano conservarsi a lungo tipo zuppe, ragu' e lasagne, da tenere come pasti di emergenza in freezer. Inoltre sono certa che gli amici mi daranno una mano, con altre che hanno avuto figli prima di me c'e' sempre stato qualcuno che portava un po' di generi di prima necessita'. 
Pensavo che il fatto di portare qualcosa da mangiare fosse una usanza tipica solo degli italiani, soprattutto all'estero, invece ho scoperto che anche gli americani fanno lo stesso! L'unica differenza e' che credo che loro trovino impensabile piombare a casa di qualcuno non annunciati, ed essendo anche maniaci dell'organizzazione e della regolamentazione, hanno trovato il modo di dare una precisa pianificazione anche ad un gesto spontaneo come questo. Non penso sia l'unico nel suo genere, ma uno dei siti web nati a questo scopo e' https://www.takethemameal.com/. In pratica un amico o famigliare crea un calendario online in cui viene indicato l'evento (ad esempio una nascita, un intervento chirurgico, ecc) e i giorni in cui sarebbe utile che qualcuno portasse un pasto, specificando anche se si preferisce pranzo/cena/colazione ed eventuali restrizioni alimentari. Il link viene poi inviato a tutte le persone che potrebbero essere interessate a partecipare, le quali aprendo la pagina indicata vedranno i giorni che sono gia' stati scelti da altri e potranno prenotarsi per quelli liberi, in modo da garantire una copertura omogenea ed evitare le sovrapposizioni.  Nel caso non si abbia tempo di cucinare ma si voglia comunque dare il proprio contributo, il sito offre alcune opzioni di pasti che si possono scegliere e far recapitare direttamente.
Qualche giorno fa mi e' arrivato l'invito per partecipare ad una iniziativa di questo tipo per la collega che ha appena partorito...ma i giorni indicati sono vicinissimi alla data presunta del mio di parto per cui non credo che avro' tempo di cucinare per altri! Nel caso qualcuno decida di organizzarlo anche per me, lascero' detto nelle note che voglio essere sommersa di salame, prosciutto crudo e mozzarelle! :-D
 
qui
 
 
 
PS: non so cosa ho combinato ma mi era sparito il blogroll, se prima c'eravate e adesso non piu', fatemelo sapere che vi aggiungo (pregnancy brain)

2 commenti:

  1. Mi par di capire che stai sognando salumi ������
    Ti sento super organizzata, che brava che sei!
    P.s sono sparita anch'io dal blog roll...se ti fa piacere rimettimi ��

    RispondiElimina
  2. Concordo! Quando siamo tornati dalla Cina - reduci non da un parto ma da un volo transoceanico di 22 ore con un neo-figlio - abbiamo trovato il frigo pieno! Due amiche ci avevano fatto la spesa e avevano congelato zuppe e hummus. La nostra gratitudine era ed e' tuttora alle stelle. Da allora, quando so di un nuovo arrivo in una famiglia, regalo solo cibo e piatti cucinati! Niente di meglio.

    RispondiElimina