mercoledì 26 ottobre 2016

Ero una brava mamma prima di avere figli...ma almeno stavo zitta

Molto prima che la piccoletta entrasse a far parte delle nostre vite, persino molto prima di essere incinta, avevo ben chiaro che tipo di mamma avrei voluto essere, che errori avrei evitato, quali sarebbero state le priorita' e cosa avrei fatto riguardo a nanne, allattamento, capricci, ecc.
Gia'.
Sono passate poco piu' di due settimane e ovviamente diversi dei miei capisaldi teorici in termini di mammitudine sono gia' andati a farsi friggere.
Sono passata da "la bimba dormira' da subito nella sua cameretta, al massimo la teniamo nella culletta di fianco al nostro letto per qualche giorno" a "Tecnico, pensi che ci stia il lettino della bimba nella nostra camera? Voglio tenerla vicina almeno per i primi 6 mesi".
Avevo dichiarato che avrei provato ad allattarla, perche' ci tenevo, ma se non funzionava avrei accettato di buon grado di darle il latte artificiale "che tanto i bambini crescono bene comunque"...invece sto affrontando malissimo le difficolta' che sto avendo nell'allattarla e spesso la notte ci ritroviamo a piangere insieme, lei perche' non riesce ad attaccarsi bene e io perche' non riesco a produrre abbastanza latte. Mi sento di merda molto in colpa a darle il latte artificiale, che pure le piace un mucchio, per cui sto provando qualunque strada possibile per non cedere, come integratori, tiralatte, creme miracolose, cibi specifici e macumbe.
E nonostante tutti i tentativi mi sento comunque un fallimento come madre.
Devo dire pero' che anche quando ero piena di tutte le mie belle certezze, non ho mai rotto i coglioni a nessuno interferito con le scelte altrui ne' dato opinioni non richieste, visto che ero ben consapevole di non avere esperienza in merito e che la teoria non valeva nulla se non testata nella pratica.
Al massimo se un'amica era in difficolta' poteva capitare che le dicessi come mia sorella o altre amiche avevano risolto il problema, ma senza mai dare l'impressione che mi sentissi detentrice della verita' assoluta.
Ecco, mi piacerebbe tanto che gli altri facessero lo stesso con me adesso!!!
Sabato sono venuti a trovarci una coppia di amici. Lei e' incinta del primo figlio ma evidentemente ha gia' un master in neonatologia applicata....appena entrata in casa ha visto la finestra aperta (c'erano 20 gradi fuori) e l'ha subito chiusa dicendo che la bimba (mia figlia!!!) prendeva freddo. 
Io le stavo dando il mio latte ma con il biberon e mi ha chiesto come mai non allattavo. Le ho risposto che stavamo avendo un po' di problemi, per cui tiravo il latte e glielo davo cosi', insieme a quello artificiale...mi ha guardato con aria critica, per poi dire "se le dai il biberon non si attacchera' mai perche' cosi' e' piu' facile". Dai, davvero? Credi che non lo sappia? L'alternativa e' farla morire di fame ma la pediatra non era molto d'accordo...
Subito dopo mi ha anche fatto notare che non le tenevo la testa correttamente e che potevo farle male...ora, i neonati di poche settimane sono come dei gamberetti, molli e scivolosi...io cerco di impedirle di lanciare la testa indietro senza supporto e gliela sostengo ogni volta che la prendo in braccio, ma le cade di lato o in avanti ogni tanto, lo ammetto...dovrei metterle un busto ortopedico?
Abbiamo anche parlato dell'asilo e abbiamo detto che la manderemo a marzo in uno qui vicino a casa. Innanzitutto non era d'accordo sul fatto che l'asilo fosse vicino a casa, per lei era meglio fosse vicino al lavoro (sara' una decisione personale, no?)...poi non capiva perche' non avessi scelto l'asilo aziendale, mi ha chiesto se sapevo che aveva due sedi vicine al nostro lab...le ho risposto che era uno di quelli che avevamo valutato ma che aveva anche una lunga lista d'attesa. Il suo commento e' stato che  comunque non avrebbe mai mandato la figlia all'asilo a cosi' pochi mesi, perche' era una crudelta'. Grazie al cazzo, pensi che non veda l'ora di mandare la mia bimba all'asilo a pochi mesi di vita? Tu hai la famiglia che viene a tenertela, io no...cosa posso fare? Credi che non sia gia' abbastanza doloroso cosi'?
Infine siamo salite nella cameretta perche' voleva vedere cosa avevo comprato e decidere anche lei per i mobili da prendere. Mi ha subito detto che comprare il lettino e il fasciatoio come avevo fatto io erano soldi buttati, lei avrebbe tenuto la bimba nel pack 'n play che aveva anche culla e changing table fino ai 2 anni, per poi comprare un letto da grandi di legno piu' avanti.
Insomma, un perfetto esemplare di "so tutto io"...tra gli ormoni a palla e le mie angosce da non-allattamento ho rischiato davvero di mandarla a cagare stendere!! Persino l'imperturbabile Tecnico era irritato!!!
Intendiamoci, io sono felicissima di ricevere consigli e suggerimenti dalle amiche con esperienza...o anche da chi esperienza non ne ha...ma non con quella faccia di chi pensa che stai facendo solo delle cazzate e lei farebbe di sicuro meglio!!
Questo e' stato il caso piu' eclatante ma non e' stato di certo l'unico...ad esempio vuoi che mio papa' perdesse un'occasione per darmi fastidio??? Mi stavo sfogando con mia mamma sulla questione latte e lui, che non interviene mai, si e' avvicinato allo schermo per dirmi che Alice non si attaccava perche' IO l'avevo viziata....Me lo sono mangiato di insulti!!!...non che sia servito a molto, visto che due giorni dopo mi ha visto a figura intera e ha decretato che "ho ancora la pancia come quando ero incinta". 
Ora, a parte che so per certo che non e' vero perche' ho perso 10 kg dei 17 presi e i miei jeans pre-gravidanza si allacciano (con un muffin di ciccia sopra, ma si chiudono), ma se anche lo fosse, cosa ci guadagni a dirmelo? Non avro' mai risposta. Lo conosco da 37 anni e ancora non so perche' si diverta a cercare di colpire la gente (soprattutto me) nei punti piu' sensibili...lui che e' cosi' permaloso poi!

20 commenti:

  1. congratulazioni per la bimba!!
    per l'allattamento, hai pensato di consultare la Leche League?
    C'e' anche Moky, la blogger, la conosci? Lei puo' darti tantissimi consigli.

    D'ora in poi la tua vita sara' costellata di mamme migliori di te.
    Ti assicuro che arrivera' il momento in cui riuscirai a pensare "MA STI CAZZI" .
    Sai tu cosa e' meglio per te, per lei, per voi due, per il vostro equilibrio.

    Ora, come dici tu, ci sono gli ormoni, e' un'esperienza nuova.
    E' la tua vita, e' tua figlia, e' la tua serenita', fai come ti senti.
    Degli altri, davvero, fregatene il piu' possibile.
    Ne sanno meno di te.

    un abbraccio grande.
    e vai benissimo cosi', davvero.
    con o senza allattare al seno.

    valeriascrive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i suggerimenti e per l'incoraggiamento, so che questi commenti mi hanno cosi' colpito perche' sono all'inizio, sono molto insicura e sono preda di ormoni ballerini!

      Elimina
  2. Simpatica questa amica.... Dille che il pack and play con un bambino di due anni lo può usare al massimo per fare un rifugio per giocare... I bambini di due anni sono ehm un attimo troppo attivi per dormire nel pack and play :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pensato la stessa cosa, le balza fuori in un attimo appena e' un po' piu' attivo...poi vuoi mettere il materasso serio da lettino e quello super sottile e molle del pack n play?

      Elimina
  3. Forza e coraggio Baby, ignora l' amica (anche se amica mi sembra un parolone) e vai avanti :)
    Un bacio grande a te e alla piccola 😍

    RispondiElimina
  4. Ciao, spero di non essere inopportuna coi miei consigli allattamento (ho allattato oltre 2 anni ma sostengo il passaggio al biberon per evitare crisi isteriche), visto che mi par di capire che tu VOGLIA allattare.

    Hai valutato l'uso del DAS? Praticamente è una cannula sottile che è attaccata con un cerotto al capezzolo e dall'altro lato è inserita nel biberon. La bimba succhia (la produzione di latte è determinata dalla suzione diretta del capezzolo, se non si succhia non si produce: non si allatta perchè si ha latte ma si ha latte eprchè si allatta) quindi stimola la prolattina ma contemporaneamente prende il latte artificiale abituandosi però a succhiare il capezzolo. Insomma, due piccioni con una fava: è il metodo che usano le madri adottive di figli neonati che desiderano allattare pur non avendo partorito (latte e gravidanza non sono assolutamente correlati).

    per correggere l'attacco, dovresti trovare una consulente di allattamento (no, i pediatri non ci capiscono una cippa) che venga a casa tua e veda e valuti, anche io ho fatto così, e che ti corregga le posizioni sbagliate tue e della bimba insegnandoti anche varie posizioni alternative tipo quella a rugby o al contrario: a volte il bambino deve solo trovare la "sua" posizione per poter succhiare bene perchè ogni capezzolo e ogni bambino è fatto in modo diverso. non esiste una posizione standard che vada bene per tutte!

    va benissimo fare co-sleeping (bed sharing è dividere il letto, è perfetto anche quello) perchè si diminuisce dell'80% il rischio di sids. anzi, valuta anche il side bed così allatti da sdraiata ed eviti di alzarti 80000 volte a notte soprattutto se la bimba è come normale bisognosa di contatto.

    valuta anche la fascia per il giorno, a me ha salvato la salute mentale con un bambino prematuro con un bisogno di contatto estremo che non dormiva mai. almeno con lui in fascia eravamo tutti sereni e fanculo il mondo!

    sapessi quane critiche mi sono state mosse perchè allattavo a richieste a lungo, perchè usavo la fascia, perchè facevo autosvezzamento, perchè facevamo bed sharing: fanculo tutti, noi stavamo bene così e infatti poi mio figlio pur essendo molto coccolone è diventato un bambino indipendente per l'età via via compiuta!

    ti consiglio dei libri stupendi, che non sono affatto dei manuali giudicanti ma dei etsti che offrono sputni di riflessione personali:
    -besame mucho (carlos gonzales)
    -un dono per la vita (come sopra)
    -i cuccioli non dormono da soli (alessandra bortolotti)
    -e se poi prende il vizio (alessandra bortolotti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per tutti i suggerimenti, davvero! Ho gia'avuto 3 incontri con le lactation consultant, mi hanno detto che non sbaglio nulla e neppure lei, ma il latte e' poco e la piccola e' una lazy eater e si addormenta facilmente. Sto ancora insistendo ad attaccarla, il latte e' un po' aumentato ma non e' in quantita' tale da sfamarla e magari fare pure scorta. Sono d'accordo co te comunque che ognuno trova il suo equilibrio e ha il diritto di scegliere come crede!

      Elimina
    2. da cosa deduci che il latte è poco? non basarti sul tiralatte perchè non funziona come la bocca che succhia ed è normale che ci si convinca di avere poco latte solo perchè ne esce poco spremuto. mio figlio è nato prematuro di un mese e mezzo, pesava 2 kg, era letargico, debolissimo, dopo 2 succhiatine si addormentava. me ne sono fregata di bilance (le doppie pesate sono il MALEEE!), orari e quantità, lo tenevo sempre pelle a pelle ficcandogli il capezzolo in bocca e questo è stato sufficiente a far partire la produzione che è sempre calibrata in relazione al bisogno del bambino. ricorda che non tutte le donne hanno il seno pieno e turgido, nemmeno all'inizio, ma che molte soprattutto quelle che hanno piccoli pigrotti producono al momento senza avere mai l'accumulo di latte nei dotti.
      se la bimba vuole sempre stare attaccata non vuol dire che non hai ababstanza latte, ma solo che sta seguendo l'istinto di fare la cozza con la mamma e di stimolare la produzione.
      in bocca al lupo e spero davvero che tu trovi la strada che ti rende serena, qualunque essa sia, partendo dal presupposto che ogni scelta consapevole è quella giusta!

      Elimina
    3. La consulente dell'allattamento mi ha fatto fare la famosa doppia pesata e dopo mezz'ora che era attaccata aveva preso solo 30 ml...per questo, insieme a quello che esce tirando e al fatto che se mangia solo al seno ha fame ogni 15 min, ne ho dedotto che la mia produzione non sia stellare ecco!

      Elimina
    4. la consulente mi lascia absita per la doppia pesata: prima regola dei consulenti, non usare la bilancia perchè è assodato che non è affatto chiara nel risultato! l'unico modo per sapere se la produzione è scarsa, è fare un esame oprmonale che valuta i valori di prolattina. non c'è altra modalità, se non vedere se i pannolini vengono bagnati. quanto al voler essere attaccata ogni 15 minuti, è normalissimo: nei primi 2 mesi di vita il neonato deve settare la produzione di latte, e l'unico modo che ha di farlo è stare sempre col capezzolo in bocca. questo è anche un retaggio fisiologico, perchè dopo 9 mesi nella tua oancia, cullata e ritmata dal tuo cuore, è uno choc trovarsi fuori e quindi c'è la necessità di contatto estremo.
      tra l'altro, lo stomcao di un neonato è minuscolo e si riempie con la quantità di latte pari al volume di una ciliegia https://stormybabyface.files.wordpress.com/2015/10/mg_2445cropv6.jpg?w=863
      quini è normalissimo che i primi tempi mangi (secondo noi) poco.
      scusa se insisto ma mi pare che le informazioni che ti sono state date non siano complete e corrette e, visto che ne soffri, vorrei darti il bagagliio più idoneo a farti scegliere con cognizione di causa la strada per te migliore, che non necessariamenmte è allattare al seno.
      ho visto moltissime mie amiche mollare l'allattamento non per libera scelta ma perchè avevano informazioni sbagliate e si convincevano di avere poco latte.
      anche io, se non fossi stata realmente informata e seguita da personale competente, avrei mollato subito eprchè avevo un bimbo prematuro che stava sempre attaccato e prendeva si e no 10 g. meno male che a una settimana di vita è venuta la consulente e mi ha fatto buttare ororlogio e bilancia, e da lì è stato un viaggio relativamente semplice perchè non avevo più òe stupide aspettaive figlie di un retaggio ignorante degli anni 70, ma mi basavo su me e mio figlio.

      Elimina
  5. Cara, sono tanto contenta per voi e volevo farvi un sacco di congratulazioni! La tua ansia sembra essere molto placata e questa e' una cosa da festeggiare ogni giorno. Sei una mamam con senso dell'umorismo e sei abituata a tirarti fuori dalle situazioni, poi col tecnico zen create il nucleo perfetto. I consigli sopra mi sembrano molto buoni, spero vi aiutino. Andra' tutto bene! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Incredibilmente la mia ansia e' stata abbastanza tranquilla per tutta la gravidanza e anche adesso c'e' ma non e' una cosa ingestibile come in passato (spero di non essermela tirata adesso!!).

      Elimina
  6. Non sei sola ! ecco come dovremmo decorare la cameretta dei nostri nanetti:
    Sono la sua mamma ciò che non so lo imparerò ;-)

    RispondiElimina
  7. Aah questa tipetta non hai che da aspettarla al varco tra qualche mese. Come dice il proverbio, aspetto lungo la riva il passaggio del cadavere del tuo nemico. Tu non devi neanche alzare in dito o scomporti minimamente...tieni le energie x quello che conta, ossia la tua bellissima bambina (col suo bellissimo nome). Vedo che gia' ti hanno dato tanti consigli utili (evviva allattare da sdraiate, x esempio). Secondo me anche qualche visitatore o chat in meno ci potrebbe stare. Fuori tutti pussa via. Vedrai che troverete il vostro equilibrio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che gli altri visitatori sono stati discreti e piacevoli...ma la aspetto al varco pure io, mica con cattiveria ma perche' capira' anche lei che tutte le teorie vanno poi un po' a farsi friggere e ogni bambino fa come gli pare!

      Elimina
  8. Mi spiace che tu abbia avuto a che fare con tutte queste critiche davvero fuori luogo e poco carine. È ciò di cui una neomamma non ha proprio bisogno. Cerca di tenere queste persone alla larga e fai quello che ti fa sentire meglio. Anche per me l'allattamento non è assolutamente stato l'idillio che è per altre mamme. Anzi... Però ho cercato di non farmene un cruccio. Ho insistito finché ho potuto aggiungendo dopo la poppata il biberon ma quando era diventata più la fatica che il gusto ed il bimbo si innervosiva troppo ho mollato senza sensi di colpa. Se tu invece ci tieni davvero tanto credo che dovresti rivolgerti ad una persona competente che ti aiuti. E poi fidati del tuo istinto e stai tranquilla se le cose non dovessero andare come le avevi idealizzate. Ti abbraccio forte 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sincera, per me e' gia' diventata piu' la fatica che il gusto, ma per ora il senso di colpa non mi permette di lasciar perdere...ci arrivero' piano piano, con i miei tempi e quelli della mia coscienza. Grazie per aver condiviso la tua storia, prima di trovarmici in mezzo pensavo che allattare fosse semplice e scontato invece conosco sempre piu' persone per cui non e' stato affatto cosi'!

      Elimina
  9. Un grande benvenuto alla piccolina e un abbraccio a te! Non ti do altri consigli che mi pare che ce ne siano a sufficienza :) buona vita!

    RispondiElimina
  10. Rallegramenti e auguri!
    Quanto ad allattare, io non ho avuto latte a sufficienza, tempo fa non c'era cura ad insegnare come fare a ad insistere e sono passata tranquillamente al latte artificiale senza sensi di colpa. Pare che anche i miei figli, ormai grandi, non abbiano avuto problemi :) Tu fai come vuoi e come riesci ma sappi che tante mamme ci riescono e tante no.
    Un bacione alla piccolina
    Mila

    RispondiElimina