venerdì 24 giugno 2016

La riunione di condominio

La casa che abbiamo comprato a ottobre fa parte di un complesso di case tutte molto simili ed e' gestito da una associazione che, ovviamente a pagamento, si occupa della manutenzione esterna, delle aree verdi comuni, della pulizia della piscina e del mantenimento della palestra. 
Negli ultimi mesi, stando alla pagina Nextdoor degli abitanti della nostra community, c'era stato un netto aumento dei casi di furti domestici, vandalismo e automobili scassinate, per cui diversi vicini di casa avevano chiesto una riunione con l'associazione per discutere eventuali misure da prendere per rendere piu' sicura la nostra zona.
Io e il Tecnico siamo arrivati ovviamente in ritardo e abbiamo trovato gia' schierato un nutrito gruppo formato in gran parte da persone dalla mezza eta' all'eta' avanzata...avete presente quelli che nei telefilm spiano i vicini dalla finestra, sanno sempre tutto quello che succede attorno e criticano ogni cosa? Ecco, il 90% aveva quella faccia li'!

qui

Erano agguerritissimi e si capiva chiaramente che volevano la testa di almeno uno dei componenti dell'associazione, a monito per gli altri!
Hanno iniziato a fare una lista dettagliata dei vari eventi successi di recente, cominciando dal furto in casa avvenuto in pieno giorno perche', come ci ha spiegato poi il poliziotto, con tutta la gente che ha armi in casa manco i rapinatori vogliono entrare quando c'e' qualcuno. 
La questione del furto ci aveva onestamente preoccupato molto, innanzitutto perche' era avvenuto mentre eravamo in Canada e quindi impossibilitati a verificare che non fossero entrati anche da noi...e poi perche' avevano rotto la porta a vetri del patio, che abbiamo sempre pensato fosse il punto piu' vulnerabile della casa. E' seguita una piccola discussione su come cercare di rendere piu' sicure le case, ecc...e fin qui, tutto molto interessante. 
Poi sono passati a parlare dei furti di oggetti lasciati in macchina...e abbiamo scoperto che TUTTE LE VOLTE la macchina era stata lasciata aperta, con dentro soldi e altri oggetti di valore...e come erano stupiti che qualcuno si fosse permesso di aprire la portiera e cercare in giro per arraffare qualcosa!! 
Io e il Tecnico ci guardavamo allucinati, non siamo cresciuti in zone particolarmente pericolose, ma se in Italia lasci la macchina aperta, e' gia' tanto se ritrovi l'auto stessa!!! E soprattutto, se lasciassi la macchina aperta con dentro il portafogli e mi rubassero i soldi, piu' che scagliarmi contro la polizia che non controlla le nostre case mi darei della cogliona all'infinito!
E le auto vandalizzate? Si trattava di 3 casi avvenuti ai danni della stessa persona, un ragazzo di 18 anni la cui auto era stata ricoperta di farina, uova, detersivo per i piatti e carta igenica!! Ora, capisco che dia fastidio poi doverla ripulire, ma non ci vuole Einstein per capire che non si tratta di bande di vandali che infestano il vicinato, ma uno scherzo tra ragazzi della stessa eta', su!
La ciliegina sulla torta poi e' arrivata da un signore di mezza eta' dalla faccia supponente e antipaticissima, che ha segnalato il dramma dei drammi: alle 11 di sera, ben oltre l'orario di chiusura, nella piscina del complesso c'erano degli adolescenti che giocavano e scherzavano, compresa una ragazza in topless! 
Ah, SCANDALO! 
Il fastidiosissimo signore, che nella vita non fa altro che portare in giro cani e gatti altrui quindi e' sempre per la strada a spettegolare e osservare tutto, ha pensato bene di chiamare il 911 per segnalare il terribile e scandaloso evento che si stava consumando...e dovevate vedere com'era risentito del fatto che quelli del 911 gli avessero risposto che se non si era fatto male nessuno loro non sarebbero intervenuti!!
Uno dei menbri del management ha provato a dire che sono ragazzi e che anche lui a 14 anni era entrato abusivamente nella piscina di un condominio...non lo avesse mai detto! Si e' levato un coro di "e se qualcuno muore in quella piscina??". Tie'!!!
Lo stesso signore si e' poi lanciato nel segnalare case che per lui sono affittate abusivamente (non piu' del 5% delle case del complesso puo' essere affittata a estranei), persone sospette che ha visto in giro e a cui voleva iniziare a chiedere i documenti, macchine ignote con dentro gente dubbia, che ha risposto ai suoi sguardi abbassando gli occhi con imbarazzo...io me li immagino, sti poveretti che magari erano nel parcheggio a telefonare o ad aspettare un amico, e si vedono il temibile uomo con cani che li fissa dal vetro!!
Giunti a questo punto ho visto il Tecnico alzare la manina per fare un intervento...e sono diventata rossa, immaginando gia' che avrebbe dato voce ai pensieri di entrambi dicendo che erano dei dementi e ci avrebbero cacciati per sempre dalla community. Invece, fissando deliberatamente il signore dei cani, con il suo aplomb inglese ha detto che l'anno prossimo verranno qui i nostri genitori, che non parlano inglese e hanno documenti italiani...quindi che non si sogni di fermarli per interrogarli, che quelli muoiono dalla paura! Il tipo deve aver capito che tirava una brutta aria vedendo il famoso sguardo assassino del Tecnico, tanto che ha subito detto che non si sarebbe mai permesso e che era anche illegale chiedere i documenti se non sei un poliziotto....sara' meglio!
Sono poi seguiti diversi commenti sul fatto che la community dovrebbe dotarsi di cancelli, telecamere di sicurezza, poliziotti che fanno la ronda (invece di parlare tra di loro come li hanno visti fare nel centro commerciale accanto a noi!! AH!), persone del management che la controllano giorno e notte e cose simili. Ci sono sembrati davvero eccessivi, la nostra casa e' in una zona carina della citta' ma non certo quella ricca...e costi delle case, affitti e spese condominiali sono piuttosto modeste proprio per questa ragione...non si puo' pensare di avere il servizio delle zone piu' costose...e io di certo non voglio pagare spese assurde, altrimenti mi cercavo casa in una zona piu' elitaria!
Come ho gia' detto alla riunione partecipava anche un poliziotto della nostra area, che e' riuscito a mantenere una calma davvero invidiabile e a rispondere ai commenti e alle critiche assurde senza fare una piega...io non so come ha fatto a non mandarli a cagare stendere, soprattutto quello del 911!!! Ha anche dovuto precisare che i poliziotti che parlano tra loro spesso si stanno solo scambiando le consegne, e che le ronde le fanno, ma il numero di agenti e' limitato e se nella zona ci sono stati vari incidenti puo' darsi che non ci sia nessuno disponibile a fare il giro del quartiere in certe ore.
Insomma, siamo usciti da questa riunione rassicurati, perche' il poliziotto ci ha detto, dati alla mano, che la zona e' ancora una delle piu' sicure e perche' molte delle cose accadute poteva essere evitata con un po' di buon senso. Il poliziotto ci ha dato anche alcuni ottimi consigli, per esempio ha distribuito delle penne speciali il cui inchiostro e' visibile solo con una torcia UV...con queste penne e' possibile marcare con il numero di tel o di patente gli oggetti di valore della casa (TV, computer, tablet, ecc) e gli agenti che vanno nei negozi tipo monte dei pegni (i Pawnshop) possono controllare gli oggetti con la torcia e veriifcare se sono stati rubati.
Al tempo stesso pero' siamo sempre piu' convinti di essere circondati da gente assurda, che avrebbe bisogno di un buon psicologo...o di avere qualcosa da fare durante il giorno!!!

venerdì 10 giugno 2016

Ansie e take it easy

qui 
 
L'ho gia' detto qui, fosse stato per me avrei aspettato che la bimba andasse al college prima di dire in giro che ero incinta. 
Non so, sara' che da adolescente il mio diario era pieno di citazioni e frasi fatte a cui credevo ciecamente, e sono cresciuta pensando cose tipo "Se sei felice non gridare troppo: la tristezza ha il sonno leggero"...fatto sta che la paura di tirarmi addosso la sfiga o almeno il malocchio era (ed e') veramente tanta. 
In lab ho dovuto dirlo presto, perche' abbiamo alcuni strumenti che possono essere dannosi per il feto, quindi non potevo permettermi di rischiare...ma la sensazione di fastidio che ho provato nel dover comunicare una cosa cosi' intima a persone che nella migliore delle ipotesi non erano certo amici stretti e in alcuni casi proprio mi stavano sui coglioni non mi piacevano ci ha messo un bel po' ad abbandonarmi! 
Quando poi il giorno dopo la mia collega (e non parliamo di una collega qualsiasi ma di lei) mi ha portato in regalo un paio di scarpine rosa per la piccola, mi sono sentita morire. Il gesto era stato bellissimo eh, ma era troppo troppo troppo presto per fare acquisti per la bambina, tante cose potevano ancora andare male! 
In tutto questo poi mia mamma (che e' me in versione potenziata dell'ansia, una specie di Super Saiyan della paranoia) non mi aiuta di certo, visto che quando le ho detto di aver preso una sdraietta per la bimba, trovata in super occasione ad un garage sale sabato scorso, ha fatto la faccia terrorrizzata e mi ha detto di non comprare piu' niente perche' se poi succede qualcosa mi trovo tutto in casa a ricordarmi il dramma!!
Meno male che invece c'e' il Tecnico, anche detto Buddha (e non per la panza), la cui filosofia di vita e' prendere le cose come vengono e preoccuparsi solo in caso di reali e concrete motivazioni per farlo...
E meno male che ci sono gli americani, il cui modo di pensare e sistema non permettono questo tipo di paranoie! 
Credo che siano proprio diversi da un punto di vista culturale, cioe' in genere aspettano il terzo trimestre come noi, ma una volta passato si sdoganano completamente con annunci su tutti i social e immediata caccia all'acquisto, per cui nel giro di poche settimane hanno gia' tutto pronto, dalla nursery arredata al passeggino al completino da usare per portare a casa il nascituro. E tutto quello che manca viene spesso regalato al baby shower, che si fa in genere un paio di mesi prima del lieto evento. Al primo baby shower a cui mi hanno invitata ero in super imbarazzo, mi sembrava cosi' avventato festeggiare come cosa fatta mesi prima del parto!
Questo modo di fare e pensare fa anche si' che tutto il sistema si sia adeguato, per cui anche se sei come me devi per forza fare alcuni passi con notevoloe anticipo. Ad esempio se vuoi comprare un lettino in qualche posto figo devi mettere in conto anche 8-12 settimane di attesa per la consegna...infatti io ho deciso che andro' all'ikea, cosi' posso fare tutto all'ultimo! :-)
Ma per l'asilo ho dovuto cedere e adeguarmi!! Una mia cara amica ha avuto il primo bimbo a ottobre 2014 e, avendo solo 12 settimane di maternita' previste, a luglio ha cominciato ad informarmi per l'asilo (quindi almeno 3 mesi prima del parto). Non riusciva a trovare posto da nessuna parte, con liste d'attesa di anche 2 anni!!! Alla fine e' riuscita a iscrivere il figlio in un buon asilo solo perche' aveva appena aperto e quindi non aveva lista di attesa (ancora)! 
Per questo ad aprile mi ha detto di cominciare gia' a girare per asili e anche se, ancora una volta, mi sentivo terribilmente a disagio, a maggio ho cominciato a mandare qualche mail esplorativa. A parte i prezzi proibitivi che non mi aspettavo, quelli piu' scarsini avevano anche disponibilita', ma di quelli davvero belli un paio mi hanno risposto che per marzo 2017 era impensabile, che avevano liste di attesa di 1 o 2 anni e che prima dell'autunno non mi facevano neppure fare il tour perche' tanto non c'era posto a breve! Per fortuna anche noi ne abbiamo trovato uno che stava per aprire e siamo riusciti ad iscrivere la bimba per l'anno prossimo...cose da pazzi!!